Prima Pagina Cronaca| Politica| Attualita'| Sport| Università e scuola| Cultura e spettacoli| Mediagallery| Eventi|
Attualita'
lunedì, 2 aprile 2012 ore 15:33
Calcioscommesse, Gillet: "Gli Ultrà mi minacciarono, ma io dissi no"
L'ex capitano del Bari rispedì al mittente le minacce di alcuni ultrà che chiesero ai giocatori del Bari di perdere alcune partite per fare soldi con le scommesse
Gillet

Bari - Non si placano le scosse di assestamento successive al terremoto causato dall'arresto di Andrea Masiello e di quelli che sono stati definiti come i suoi "boys" nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse

Questa volta è il turno di nuove indiscrezioni sulla posizione dell'allora capitano del Bari Jean Francois Gillet. Il "gatto di Liegi" avrebbe respinto le minacce di alcuni ultrà biancorossi che avevano chiesto ai propri beniamini di perdere alcune partite della scorsa stagione per far soldi con le scommesse. L'attuale portiere del Bologna il 7 febbraio scorso durante un'audizione, in qualità di testimone ha detto di aver ricevuto, secondo quanto scritto dal gip di Bari, "intimazioni" da alcuni "esponenti di vertice degli "ultrà", riconosciuti in foto dall'ex capitano biancorosso in Raffaele Lo Iacono, Roberto Sblendorio e Alberto Savarese, solo per l'incontro Cesena-Bari: gli ultrà nella circostanza avrebbero intimato ai calciatori di perdere la successiva partita. Il portiere ha dichiarato di essersi rifiutato di "accettare". Queste le parole di Gillet messe a verbale, riferendo le parole degli ultrà: "Aho, siete ultimi, avete fatto questo campionato di... non vi è mai successo niente, nessuno ha preso mazzate e cose varie, domani dovete perdere. Basta, non c'è stato niente da dire, così". "Noi - ha dichiarato Gillet - abbiamo detto: "No, non esiste". E loro hanno risposto: "Va beh, da ora fino alla fine non si sa mai che cosa può succedere, tu vivi a Bari, non si sa mai". Io ho detto: "Non esiste". "È sufficiente, in ogni caso, consultare gli almanacchi del calcio o la raccolta della stampa sportiva di quel periodo per verificare che il Bari avrebbe comunque perso sul campo per 1-0 entrambe quelle partite", ha concluso laconicamente il giudice.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: bari, calcioscommesse, andrea masiello, jean francois gillet

 






 

Non sono presenti commenti

 

Leggi anche:
Bari, controlli straordinari sul territorio: arresti e denunce
La città nella morsa dei Carabinieri  
Bari, Decaro chiede “la giustifica” agli assenteisti Amtab
La Procura ha aperto un’inchiesta | Il Sindaco bacchetta il personale:"Tradita la fiducia dei cittadini"  
Bari, vandali distruggono l’ex palazzo Enel sede dell’Università
Rovinata la riapertura dell’edificio attesa per oggi
Bari, 35 kg di botti illegali. Denunciato 61enne
Operazione di controllo dei carabinieri di Bari Carrassi
Bari, Decaro scrive al vandalo romantico: “La prossima volta usa Whatsapp, imbecille”
Il sindaco di Bari posta su Facebook la foto della proposta che ha imbrattato i muri della città  

 

 

Notizie più lette:
Incidente stradale sulla Modugno-Bari, grave una 23enne
L'auto della ragazza è finita contro un cancello
Bari, blitz antiracket: 9 arresti per minacce ed estorsioni ad imprenditori (video)
Controlli e arresti a tappeto dei carabinieri. I nomi delle persone coinvolte
Che spettacolo di saldi a Bari!
Dal 3 al 6 gennaio un lungo week end di eventi
Bari, traffico di droga ed estorsione: è guerra tra clan (VIDEO)
Le indagini, partite dall ’omicidio Rizzo avvenuto a Rutigliano, hanno evidenziato il ruolo dei Campanale nella lotta per il controllo del territorio
Bari - San Girolamo, sparatoria in strada: ucciso Nicola Lorusso
L'uomo era il padre di Umberto Lorusso

 

 

 

lunedì 02 marzo 2015

Vetrine OFFERTA: risparmio in casa
Con AMGAS il risparmio è garantito: 5% di sconto
Spazio promozionale



Vetrine UPeritivo con Google
Merc.25.Febb@THE HUB BARI
Spazio promozionale












Powered by Gosystem