Prima Pagina Cronaca| Politica| Attualita'| Sport| Università e scuola| Cultura e spettacoli| Mediagallery| Eventi|
Attualita'
venerdì, 12 aprile 2013 ore 09:56
Chiusi i rubinetti delle banche di Puglia, meno soldi alle famiglie

Sono stati tagliati 264 milioni di euro di impieghi per le necessità di famiglie, imprese, enti pubblici e privati

di Redazione Go Bari

 

Bari - Sono diminuiti del 2,2% dal gennaio del 2012 gli impieghi degli istituti di credito pugliesi, destinati a famiglie, imprese, enti pubblici e privati. La cifra tagliata è di 264 milioni di euro, tra cui sono compresi mutui, scoperti di conto corrente, prestiti contro cessione di stipendio, anticipi su carte di credito, sconti di annualità, prestiti personali, leasing, factoring, e altri investimenti finanziari.
Riducendo soprattutto i finanziamenti alle famiglie, questo taglio pesa incredibilmente sull'economia reale e sui bilanci. Occorre quindi, osservando i dati ottenuti dal report del Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia, intervenire presto con manovre che possano realmente risollevare la situazione.

"Il sistema bancario - dice il presidente di Confartigianato Imprese Puglia, Francesco Sgherza - dovrebbe favorire la ripresa. Invece, non eroga i mutui alle famiglie e continua a restringere l’accesso al credito per le imprese. Eppure - aggiunge il presidente - proprio le banche hanno beneficiato di importanti interventi pubblici di sostegno, finalizzati a fornire la liquidità necessaria per scongiurare il rischio di default, ma sono anche state destinatarie di interventi indiretti di sostegno al rafforzamento del proprio capitale. Il paradosso - spiega Sgherza - è che l’enorme quantità di denaro prestata dalla Banca centrale europea alle banche italiane non ha mai raggiunto le imprese e le famiglie, rivelandosi uno strumento inefficace per innescare la ripresa. Le banche, contrariamente a quanto andava fatto, hanno preferito investire il denaro preso in prestito a buon mercato sui mercati finanziari che garantivano buoni interessi e rischi limitati, piuttosto che metterlo a disposizione di imprese e famiglie".

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: prestiti, impieghi, puglia, bari, banche

 






 

Non sono presenti commenti

 

Leggi anche:
Primarie Puglia, è Emiliano il candidato del centrosinistra
Più di 100mila i votanti - Vendola ferma le primarie - La tregua 
Regionali Puglia 2015: Ncd sostiene Schittulli
Il nuovo centrodestra chiede la convocazione di un tavolo tecnico per accelerare i tempi di candidatura
Open Days: in 200mila hanno “scoperto” la Puglia
Dal Gargano al Salento è record di visitatori
Regionali 2015 in Puglia: il Movimento 5 stelle sceglie Antonella Laricchia
Sarà lei la sfidante di Michele Emiliano nella corsa alla poltrona di Presidente della Regione

 

 

Notizie più lette:
Incidente stradale tra Bitritto e Sannicandro: un morto
Un 40enne ha perso la vita e altre 3 persone sono rimaste gravemente ferite
Capodanno 2015 a Bari, il programma
Tutti gli appuntamenti
Bancarotta fraudolenta e frode fiscale, arrestato amministratore della Nuova Levantauto
Operazione del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari
Bari, operazione “Tax Refund”: maxi sequestro ad una società barese
Confiscati  immobili,  conti correnti e titoli vari per un valore di circa 420mila euro
Che spettacolo di saldi a Bari!
Dal 3 al 6 gennaio un lungo week end di eventi

 

 

 

sabato 31 gennaio 2015
















Powered by Gosystem