Calcioscommesse, no a scarcerazione per Masiello e i suoi "boys"

di Marco Beltrami mercoledì, 23 maggio 2012 ore 14:36

Il gip del Tribunale di Bari, Ambrogio Marrone ha respinto le richieste di revoca della custodia cautelare per Andrea Masiello, Fabio Giacobbe e Gianni Carella

Andrea Masiello

 

Bari - Niente da fare per Andrea Masiello e i suoi "boys" Fabio Giacobbe e Gianni Carella. I 3 arrestati lo scorso 2 aprile con l'accusa di associazione per delinquere inalizzata alla frode sportiva nell'ambito dell'inchiesta sul calcio scommesse della Procura di Bari, rimarranno agli arresti domiciliari. 
 
Il gip del Tribunale di Bari, Ambrogio Marrone ha respinto le richieste di revoca della custodia cautelare avanzate nei giorni scorsi dopo che la Procura di Bari aveva espresso parere favorevole per la rimessione libertà e il patteggiamento della pena proposto dagli stessi. L'ex giocatore del Bari e i suoi due amici sono statia arrestati lo scorso 2 aprile (attualmente sono ai domiciliari) con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva nell'ambito dell'inchiesta sulle partite combinate con particolare riferimento a Udinese-Bari 3-3 (del Campionato 2009/2010), e Bari-Lecce, Bologna-Bari e Cesena-Bari (del 2010/2011). In particolare il difensore dell'Atalanta ed ex biancorosso Andrea Masiello e i suoi due amici scommettitori, tutti attualmente ai domiciliari, hanno fatto chiarezza sul come avvenne il pagamento dopo la combine del derby Bari-Lecce della scorsa stagione, con il famoso autogol volontario di Masiello.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social







Commenti recenti

  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo
  • Tangorra Angelo

    Irrisolto però il problema del pericoloso incrocio a raso Via Giuseppe Sangiorgi/Strada San Giorgio Martire da e per Via M.Cifarielli/Via...

    Mostra articolo
  • maggiora vincenzo

    Gent.mo ing. Galasso, dal 1990 un tratto di strada di via rosario livatino (80/100 metri) attende le opere di urbanizzazione: Quando potremo vedere...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!