Prima Pagina Cronaca| Politica| Attualita'| Sport| Università e scuola| Cultura e spettacoli| Mediagallery| Eventi|
Cronaca
sabato, 12 gennaio 2013 ore 10:05
E il Pdl ora "paghi" la figlia di Totò

Ben 175mila euro il risarcimento - a Liliana De Curtis - per la campagna del Pdl su Punta Perotti

di Sara Perilli

Bari - Di sentenza in sentenza si ritrovano a pagare un po' tutti. Questa volta tocca al Popolo della Libertà, che dovrà risarcire Liliana De Curtis, figlia di Totò, con ben 175mila euro.
La donna, infatti, aveva trovato offensivi e inappropriati i manifesti che nel 2009, in seguito alla sentenza della Corte Europea su Punta Perotti, avevano letteralmente invaso la città di Bari. Nel 2009, lo Stato si era ritrovato a pagare 49milioni di euro come risarcimento ai costruttori. E il Pdl aveva subito intrapreso la sua campagna (che con il senno di poi non si è dimostrata molto fruttifera), con un fotomontaggio raffigurante un addolorato Totò, che guarda Punta Perotti andare giù, condito dalla celebre e inflazionata frase "...e io pago!". Il tutto è stato definito dalla De Curtis "Un gratuito e improprio accostamento a un'associazione politica e al suo presidente, del tutto estranei alla sensibilità culturale e politica di Totò".

Attribuzione - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: totò, liliana de curtis, punta perotti, bari, pdl

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

Notizie più lette:
Incidente stradale sulla Modugno-Bari, grave una 23enne
L'auto della ragazza è finita contro un cancello
Bari, blitz antiracket: 9 arresti per minacce ed estorsioni ad imprenditori (video)
Controlli e arresti a tappeto dei carabinieri. I nomi delle persone coinvolte
Bari, traffico di droga ed estorsione: è guerra tra clan (VIDEO)
Le indagini, partite dall ’omicidio Rizzo avvenuto a Rutigliano, hanno evidenziato il ruolo dei Campanale nella lotta per il controllo del territorio
Bari: rapina a mano armata in via Crisanzio
Il colpo mercoledì pomeriggio in una farmacia
Bari, ucciso per aver importunato la moglie del boss: 7 arresti
Gli arrestati appartengono ai clan alleati "MontaniMisceo" e "Telegrafo"

 

 

 

sabato 28 marzo 2015

Vetrine "La Bari che non piace" - XIII puntata
George Orwell affermava
Spazio promozionale



Vetrine “MASSERIE SOTTO LE STELLE”
Il  22 GIUGNO la III ed nelle MASSERIE DIDATTICHE PUGLIESI
Spazio promozionale












Powered by Gosystem