E il Pdl ora "paghi" la figlia di Totò

di Sara Perilli sabato, 12 gennaio 2013 ore 10:05

Ben 175mila euro il risarcimento - a Liliana De Curtis - per la campagna del Pdl su Punta Perotti

Bari - Di sentenza in sentenza si ritrovano a pagare un po' tutti. Questa volta tocca al Popolo della Libertà, che dovrà risarcire Liliana De Curtis, figlia di Totò, con ben 175mila euro.
La donna, infatti, aveva trovato offensivi e inappropriati i manifesti che nel 2009, in seguito alla sentenza della Corte Europea su Punta Perotti, avevano letteralmente invaso la città di Bari. Nel 2009, lo Stato si era ritrovato a pagare 49milioni di euro come risarcimento ai costruttori. E il Pdl aveva subito intrapreso la sua campagna (che con il senno di poi non si è dimostrata molto fruttifera), con un fotomontaggio raffigurante un addolorato Totò, che guarda Punta Perotti andare giù, condito dalla celebre e inflazionata frase "...e io pago!". Il tutto è stato definito dalla De Curtis "Un gratuito e improprio accostamento a un'associazione politica e al suo presidente, del tutto estranei alla sensibilità culturale e politica di Totò".

Attribuzione - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social







Commenti recenti

  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo
  • Tangorra Angelo

    Irrisolto però il problema del pericoloso incrocio a raso Via Giuseppe Sangiorgi/Strada San Giorgio Martire da e per Via M.Cifarielli/Via...

    Mostra articolo
  • maggiora vincenzo

    Gent.mo ing. Galasso, dal 1990 un tratto di strada di via rosario livatino (80/100 metri) attende le opere di urbanizzazione: Quando potremo vedere...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!