Bari, colpisce un ristoratore con la pistola perchè non vuole assumere sua figlia

di Marco Beltrami lunedì, 16 settembre 2013 ore 16:00

Misura cautelare nei confronti di un esponente clan

La polizia su richiesta della Dda di Bari ha eseguito una misura cautelare nei confronti di Giuseppe Campanale esponente della famiglia malavitosa del quartiere San Girolamo, nipote di Felice (ucciso in un agguato) e cugino di Leonardo, ritenuto a capo dell'omonimo clan. Il 42enne avrebbe imposto l'assunzione della figlia a un imprenditore barese della ristorazione colpendolo poi alla testa con il calcio di una pistola alla luce del suo rifiuto. La vittima si è rivolta alle forze dell’ordine che non hanno perso tempo a prendere provvedimenti nei confronti di Campanale.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social







Commenti recenti

  • Politecnico Studente

    Grande soddisfazione per il Politecnico per l'ennesimo premio vinto, dimostrazione di quanto sia una grande università. Congratulazioni al Rettore...

    Mostra articolo
  • Vera Vera

    -La beffa del nr. verde PIS( pronto intervento sociale), -sui manifesti intorno alla stazione centrale di Bari, che già al inizio del messe di...

    Mostra articolo
  • LISO giuseppe

    Assessore Galasso e la rotatoria al q. S.Paolo quando verra' effetuata????? quella in prossimita' dell'ospedale S.Paolo molto piu' pericolosa....

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!