Andria, cocaina nel water e banconote false. Arresti

di Redazione Go Bari martedì, 10 giugno 2014 ore 11:19

Controlli a tappeto dei carabinieri

Nonostante si trovasse agli arresti domiciliari, continuava a spacciare e confezionare droga. Erano da poco passate le 19.00, quando una pattuglia della locale Aliquota Radiomobile, mentre effettuava regolare servizio di prevenzione e repressione dei reati in genere, ha notato uno strano via vai presso l’abitazione di F. PISTILLO, 52enne andriese. Senza troppi preamboli sono entrati all’interno dell’abitazione trovando l’arrestato domiciliare nell’atto di confezionare delle dosi di cocaina; il pregiudicato, vistosi braccato, si è rifugiato nel bagno dove è riuscito a scaricare nel W.C. la droga che stava confezionando.

Non è stato in grado, però, di disfarsi di altri 40 gr. di cocaina purissima ancora da tagliare e confezionare, che, a seguito di perquisizione, sono stati ritrovati abilmente occultati nel bagno.

L’immediato intervento di personale specializzato non ha consentito di recuperare lo stupefacente che si è disciolto nella rete fognaria, sono state recuperati solo dei residui di plastica utilizzati per il confezionamento. Oltre allo stupefacente è stato sequestrato anche un bilancino di precisione, 2 dosi già confezionate di cocaina del perso di 1 gr. e 3 tritamarijuana. L’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani è stato associato alla locale casa circondariale. In manette sono finiti anche T.D. 25enne censurato del luogo e P.S.A.K., 23enne di nazionalità Brasiliana, incensurata. I militari dell’Aliquota Radiomobile di Andria, durante una perquisizione effettuata presso l’abitazione della 23enne, dove nei giorni pregressi era stato segnalato un andirivieni di giovani, hanno rinvenuto, ben occultata all’interno della manica di un giubbotto custodito nell’armadio, gr. 53 di MARIJUANA ed in un cassetto della cucina nr. 3 banconote contraffatte del valore di Euro 100 ciascuna.

La sostanza stupefacente e le banconote sono state poste sotto sequestro mentre i due giovani sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari a disposizione della stessa Procura della Repubblica.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social







Commenti recenti

  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo
  • Tangorra Angelo

    Irrisolto però il problema del pericoloso incrocio a raso Via Giuseppe Sangiorgi/Strada San Giorgio Martire da e per Via M.Cifarielli/Via...

    Mostra articolo
  • maggiora vincenzo

    Gent.mo ing. Galasso, dal 1990 un tratto di strada di via rosario livatino (80/100 metri) attende le opere di urbanizzazione: Quando potremo vedere...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!