Cellamare, viceministro Bubbico: "Il volontariato risorsa nascosta per superare la crisi" (FOTO)

di Sara Perilli lunedì, 31 marzo 2014 ore 08:34

Si è svolta l'inaugurazione di due auto mediche dell'associazione di volontariato della Protezione Civile | LE FOTO

Cellamare

Cellamare - L'associazione di volontariato del Soccorso Civile di Cellamare continua a crescere e a far parlare di sè, risultando ormai uno dei fiori all'occhiello del piccolo e virtuoso paese in cui opera. In occasione dell'inaugurazione di due nuove auto mediche e di una sala operativa comunale, la comunità ha ospitato diversi ospiti d'onore, tra cui il viceministro degli Interni Filippo Bubbico, che ha sottolineato l'importanza del volontariato e il grande esempio che rappresenta.
"Chi fa solidarietà, chi vuole generare benessere e felicità, aiuta la comunità a mantenere viva la propria cultura e le proprie radici. Noi abbiamo il dovere di sostenere il volontariato e coloro che trovano il rinvigorimento della propria funzione civile nel donare parte del proprio impegno e del proprio tempo agli altri. Il volontariato consente di aiutare lo stato e i cittadini soprattutto perché si riconosce come tale. E' ricchezza, è animatore di una visione".
"Oggi affrontiamo tutti una difficile battaglia per la ripresa del Paese - continua il viceministro - Dobbiamo dare priorità alle persone. E l'impegno condiviso è utile a superare questa situazione. Il volontariato è la risorsa decisiva e nascosta del nostro Paese, necessaria a superare le difficoltà odierne. Ho fiducia nel fatto che l'Italia possa riprendersi e il paese di Cellamare ne è l'esempio concreto".
Presenti anche Michele Laporta, sindaco di Cellamare, S.E. Giuseppe Balboni Acqua, ambasciatore e segretario generale SMOC (Sacro Militare Ordine Costantiniano), il Mons. Antonio Talacci, l'On. Gero Grassi, vice presidente gruppo PD della Camera dei Deputati, Ugo Patroni Griffi, delegato Puglia e Basilicata SMOC e presidente della Fiera del Levante, e Gianluca Vurchio, assessore del comune di Cellamare.
L'inaugurazione si è tenuta nel corso del pomeriggio di domenica 30 marzo in piazza Don Bosco, dove è stata anche firmato l'accordo tra l'Ordine Costantiniano e l'Associazione cellamarese. Presenti anche altre numerose associazioni di volontariato della provincia, che hanno dato il proprio contributo e il proprio appoggio all'evento.
Ha sottolineato l'importanza dell'associazione per il paese il sindaco Michele Laporta. "Insieme si può concorrere allo sviluppo della comunità, nonostante le difficoltà del comune, stretto tra i tagli dei fondi statali e la carenza dell'organico. Cellamare è una comunità che vuole andare avanti e cogliere tutte le opportunità".
E a elogiare il comune è l'on. Gero Grassi: "Qui le cose si fanno insieme per gli altri. Lo fanno i giovani e lo fa l'amministrazione. Qui si sente il gusto del vivere insieme e i sacrifici dell'amministrazione comunale danno prova dell'opera congiunta di un grande sindaco e di una grande comunità".

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social







Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!