Cellamare, viceministro Bubbico: "Il volontariato risorsa nascosta per superare la crisi" (FOTO)

di Sara Perilli lunedì, 31 marzo 2014 ore 08:34

Si è svolta l'inaugurazione di due auto mediche dell'associazione di volontariato della Protezione Civile | LE FOTO

Cellamare

Cellamare - L'associazione di volontariato del Soccorso Civile di Cellamare continua a crescere e a far parlare di sè, risultando ormai uno dei fiori all'occhiello del piccolo e virtuoso paese in cui opera. In occasione dell'inaugurazione di due nuove auto mediche e di una sala operativa comunale, la comunità ha ospitato diversi ospiti d'onore, tra cui il viceministro degli Interni Filippo Bubbico, che ha sottolineato l'importanza del volontariato e il grande esempio che rappresenta.
"Chi fa solidarietà, chi vuole generare benessere e felicità, aiuta la comunità a mantenere viva la propria cultura e le proprie radici. Noi abbiamo il dovere di sostenere il volontariato e coloro che trovano il rinvigorimento della propria funzione civile nel donare parte del proprio impegno e del proprio tempo agli altri. Il volontariato consente di aiutare lo stato e i cittadini soprattutto perché si riconosce come tale. E' ricchezza, è animatore di una visione".
"Oggi affrontiamo tutti una difficile battaglia per la ripresa del Paese - continua il viceministro - Dobbiamo dare priorità alle persone. E l'impegno condiviso è utile a superare questa situazione. Il volontariato è la risorsa decisiva e nascosta del nostro Paese, necessaria a superare le difficoltà odierne. Ho fiducia nel fatto che l'Italia possa riprendersi e il paese di Cellamare ne è l'esempio concreto".
Presenti anche Michele Laporta, sindaco di Cellamare, S.E. Giuseppe Balboni Acqua, ambasciatore e segretario generale SMOC (Sacro Militare Ordine Costantiniano), il Mons. Antonio Talacci, l'On. Gero Grassi, vice presidente gruppo PD della Camera dei Deputati, Ugo Patroni Griffi, delegato Puglia e Basilicata SMOC e presidente della Fiera del Levante, e Gianluca Vurchio, assessore del comune di Cellamare.
L'inaugurazione si è tenuta nel corso del pomeriggio di domenica 30 marzo in piazza Don Bosco, dove è stata anche firmato l'accordo tra l'Ordine Costantiniano e l'Associazione cellamarese. Presenti anche altre numerose associazioni di volontariato della provincia, che hanno dato il proprio contributo e il proprio appoggio all'evento.
Ha sottolineato l'importanza dell'associazione per il paese il sindaco Michele Laporta. "Insieme si può concorrere allo sviluppo della comunità, nonostante le difficoltà del comune, stretto tra i tagli dei fondi statali e la carenza dell'organico. Cellamare è una comunità che vuole andare avanti e cogliere tutte le opportunità".
E a elogiare il comune è l'on. Gero Grassi: "Qui le cose si fanno insieme per gli altri. Lo fanno i giovani e lo fa l'amministrazione. Qui si sente il gusto del vivere insieme e i sacrifici dell'amministrazione comunale danno prova dell'opera congiunta di un grande sindaco e di una grande comunità".

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social







Commenti recenti

  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo
  • Tangorra Angelo

    Irrisolto però il problema del pericoloso incrocio a raso Via Giuseppe Sangiorgi/Strada San Giorgio Martire da e per Via M.Cifarielli/Via...

    Mostra articolo
  • maggiora vincenzo

    Gent.mo ing. Galasso, dal 1990 un tratto di strada di via rosario livatino (80/100 metri) attende le opere di urbanizzazione: Quando potremo vedere...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!