Prima Pagina Cronaca| Politica| Attualita'| Sport| Università e scuola| Cultura e spettacoli| Mediagallery| Eventi|
Università e scuola
giovedì, 7 febbraio 2013 ore 13:03
Bari, studenti in piazza bloccano la discussione del decreto

Tutte le Regioni, meno la Lombardia, contro il Decreto. La discussione in Conferenza Stato-Regioni potrebbe essere rimandata

Piazza Cesare Battisti Ateneo Aldo Moro striscioni Corteo Piazza Prefettura Piazza Prefettura Prefettura di Bari
di Margherita De Quarto

Bari - Scendono in piazza sotto un sole primaverile gli studenti dell’Università di Bari, decisi a conservare il proprio diritto allo studio. Appuntamento alle dieci in Piazza Cesare Battisti. Sono solo un centinaio. Pare che molti siano i colleghi rimasti malvolentieri a casa per studiare, impegnati in qualche tirocinio, o in altra attività didattica. Chi c'è, invece, porta in alto lo slogan: "Dovere allo studio, oltre che diritto". Slogan condiviso da tutti gli studenti italiani che oggi sono scesi in piazza per  convincere i governatori regionali e il Governo a fermare il decreto legislativo che porta la firma del Ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo. Questo prevede un importante cambiamento del sistema di diritto allo studio. In particolare nell’assegnazione delle borse di studio. Con la rimodulazione prevista, che vorrebbe vincitori al sud solo coloro che abbiano un reddito inferiore ai 14.500 euro, gli Atenei pugliesi potrebbero soccombere sotto i colpi di una sostanziosa migrazione degli studenti negli Atenei del nord Italia.

 
Come sottolinea il coordinatore link Bari, Alessandro Castellana, secondo calcoli approssimativi, ad uscire dalla classifica dei borsisti potrebbero essere il 60% degli studenti meritevoli. Una percentuale disarmante. Dunque, non bisogna fermarsi di fronte ad un decreto lampo. Gli studenti marciano decisi verso la Prefettura nonostante alcuni agenti della Digos abbiano affermato: “se bloccate il traffico, scattano le denunce”. In Piazza Prefettura chiedono di conferire con il Prefetto. Salgono in sei, tra cui i Consiglieri di Amministrazione Aldo Campanelli (Studenti Indipendenti) e Salvatore Fedele (NOI), il Rappresentante Adisu Gaetano Scianatico (NOI – Azione Universitaria), il Coordinatore Link Alessandro Castellana e il responsabile per il Diritto allo Studio dell’Associazione Link, Antonio Zita. Oggi non c’è tempo per le divisioni politiche e la piazza è di tutti. Il Prefetto non c’è, ma una funzionaria, in sua vece, assicura che verrà inviato un comunicato al Ministro degli Interni e a quello dell’Istruzione con la posizione degli studenti pugliesi in merito al decreto.
 
Nel frattempo arriva la notizia ufficiosa che nella Conferenza Stato-Regioni tutti i Presidenti delle Regioni, meno quello della Lombardia, si opporranno al decreto, che faranno il possibile per rimandarne la discussione ad un secondo momento, anche in virtù del fatto che ci si trova di fronte ad un governo a camere sciolte. Dunque gli studenti portano a casa una vittoria, il pericolo è scansato, ma non scampato. Quindi i rappresentanti delle diverse associazioni invitano gli studenti a non abbassare la guardia e a prepararsi alla prossima Conferenza

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: Bari, Conferenza Stato-Regioni, Studenti Indipendenti, Link, Manifestazione, Piazza Prefettura, Decreto Legislativo, Ministro Francesco Profumo

 






 

Non sono presenti commenti

 

Leggi anche:
Università, Link Bari: "Più di 1000 studenti senza alloggio"
La "denuncia" dell'associazione
Bari, studenti in sciopero: “La scuola non si paga, la scuola non si vende"
Corteo per le vie della città contro le politiche del governo
“Poliba Style”, il merchandising del Politecnico di Bari
Nuova iniziativa del Politecnico

 

 

Notizie più lette:
Politecnico di Bari, le pergamene di laurea saranno consegnate in diretta
Annullati i tempi d'attesa
Università, Link Bari: "Più di 1000 studenti senza alloggio"
La "denuncia" dell'associazione
“Poliba Style”, il merchandising del Politecnico di Bari
Nuova iniziativa del Politecnico
Bari, studenti in sciopero: “La scuola non si paga, la scuola non si vende"
Corteo per le vie della città contro le politiche del governo

 

 

 

domenica 23 novembre 2014

Shopping e acquisti Bari è GLAMOUR!
PIUMINI DANESI - Bari
Spazio promozionale









Vetrine V ed. del Premio internazionale di Danza “San Nicola”
by  Breathing Art Company @BARI
Spazio promozionale



Associazioni culturali Be4
ASSOCIAZIONE MUSICO CULTURALE
Spazio promozionale
Powered by Gosystem