Cardiopatia ischemica, convegno nazionale a Bari

di Redazione Go Bari martedì, 1 novembre 2011 ore 00:49
E' la prima causa diricovero in terapia intensiva in Italia

Anche per Antonio Cassano i medici temono un'ischemia cerebrale

Bari - Dal 4 al 5 novembre prossimo allo Sheraton Hotel di Bari si svolgerà il Congresso SICOA (Società Italiana Cardiologia Ospedalità Accreditata) Regione Puglia sulla cardiopatia ischemica. Nel congresso, organizzato dai cardiologi della Casa di Cura Villa Bianca di Bari (gruppo C.B.H.), Paolo Izzo e Fabio Tiecco, ripettivamente delegato SICOA puglia e delegato  GISE (Società Italiana di Cardiologia Invasiva) Regione Puglia saranno affrontati da qualificati relatori italiani le numerose tematiche della cardiopatia ischemica cronica e delle sindromi coronariche acute, entità cliniche che rappresentano la prima causa di ricovero nelle unità di terapia intensiva cardiologica  e che assorbono una cospicua quota delle risorse del nostro sistema sanitario e sono contraddistinte da un elevato impatto prognostico dovuto al rischio di eventi anche letali (fatali?).
In questo scenario i progressi delle tecniche diagnostiche e delle opzioni terapeutiche compiuti negli ultimi anni sono stati cosi’ significativi da incidere in misura rilevante sulla prognosi, sopravvivenza e qualità di vita.
Il Congresso nasce dall’esigenza di evidenziare l’importanza di un approccio integrato (stratificazione del rischio, diagnosi, terapia e follow–up dopo la dimissione ospedaliera) nella gestione del paziente con cardiopatia ischemica. Saranno dibattuti gli argomenti piu’ attuali delle tecniche interventistiche (angioplastica coronarica percutanea, stent medicati, approccio radiale, sistemi emostatici, fractional flow reserve) e della terapia medica della cardiopatia ischemica (nuovi farmaci antiaggreganti ed anti-ischemici).

Sarà inoltre presentato il Progetto Stent for Life (SFL) da parte del Prof. Giulio Guagliumi di Bergamo, presidente nazionale del GISE e Responsabile Nazionale di SFL. L’iniziativa, patrocinata dalla Società Europea di Cardiologia (ESC) e di Interventistica Cardiovascolare (EAPCI) e promossa in Italia dal (GISE), vuole assicurare a tutti i pazienti con infarto miocardico acuto pari opportunità di rapido accesso alle procedure salvavita dell’angioplastica primaria.
Lavorando in quelle aree geografiche in cui vi è necessità di miglioramento del sistema di intervento in emergenza, come la Regione Puglia, SFL ha lo scopo di aiutare ad identificare gli ostacoli per l’implementazione della diagnosi di infarto e del trattamento in urgenza raccomandati dalle linee guida internazionali e, attraverso un sistema coordinato, cercare di assicurare standard di qualità di cura elevati per ogni paziente con infarto miocardico acuto al fine di ridurne mortalità e morbilità.
Alla Tavola Rotonda interverranno come discussants i responsabili delle emodinamiche ed alcuni primari ospedalieri delle cardiologie ospedaliere e private della regione Puglia

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!