Bari, locali di San Pio e Catino alle associazioni sociali, sportive e culturali

di Redazione Go Bari mercoledì, 29 giugno 2016 ore 11:37

La consegna delle chiavi

Questa mattina, alla presenza dell’assessore al Patrimonio ed ERP Vincenzo Brandi, il sindaco Antonio Decaro ha consegnato ad associazioni e realtà impegnate in attività sociali, culturali e sportive sul territorio cittadino, le chiavi di alcuni locali di proprietà comunale ubicati tra San Pio e Catino.

L’affidamento degli spazi individuati per svolgervi interventi di interesse pubblico è stato deliberato dalla ripartizione Patrimonio in base al vigente Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e rigenerazione dei beni comuni urbani, a fronte delle domande di utilizzo presentate dalle associazioni stesse.

Nell’ambito del regolamento, infatti, viene riconosciuta una priorità alle proposte di utilizzo di spazi comunali in aree del territorio urbano nelle quali è particolarmente necessario rafforzare e consolidare il senso comune di appartenenza alla comunità, come nel caso di San Pio e Catino.

“Oggi abbiamo dato seguito ad un impegno preso con i quartieri che tante volte abbiamo visitato. Stiamo portando avanti un percorso che si compone allungandosi ogni giorno di un metro verso il traguardo. Insieme a noi ci sono i cittadini e le associazioni del quartiere che noi intendiamo sostenere affinché siano messi nelle condizioni di gestire e animare gli spazi pubblici - ha dichiarato il sindaco -. Consegnare queste chiavi oggi, all’indomani della sigla del protocollo con ANCE e Formedil che ci consentirà di avviare il primo cantiere scuola a San Pio per il recupero di spazi comunali in disuso e vandalizzati, è un simbolo importante perché noi vogliamo comunicare al quartiere e a chi in questa città ha voglia di impegnarsi per il bene comune che è possibile farlo e che le istituzioni sono presenti e affidabili. Questo è un altro progetto presentato in campagna elettorale, che nel corso di questi due anni si è trasformato in atto amministrativo e oggi è realtà. Da qui parte la vera sfida e soprattutto il lavoro vero che, al di là dell’affidamento formale, ci deve vedere uniti nel continuare prenderci cura della città laddove i cittadini hanno maggior bisogno della nostra presenza”.

“Questo è un significativo passo avanti sulla strada della riqualificazione e rigenerazione dei beni pubblici - ha detto Vincenzo Brandi - che affidiamo a soggetti interessati a dare il proprio contributo alla crescita della comunità con progetti e interventi che spaziano dalla cultura al sostegno alla povertà, dalla promozione dello sport alla consulenza psicologica e sanitaria per le coppie che non riescono ad avere figli, da un nuovo protagonismo degli anziani ad esperienze di coinvolgimento e partecipazione sociale. È la riprova che la strada del dialogo e la sinergia tra pubblico e privato può fare la differenza, generando nuovi scenari e catalizzando energie e competenze, a tutto vantaggio dei cittadini. I quartieri periferici sono al centro della nostra attenzione, e sono certo che a San Pio come a Catino la presenza di nuovi luoghi di aggregazione e di socialità sarà apprezzata dai residenti”.

In queste ore la Bari Multiservizi sta ultimando i lavori di manutenzione dei locali, prima dell’ingresso fisico delle associazioni, che potranno effettuarvi ulteriori interventi in base alle necessità.

 

Queste le associazioni beneficiarie, con l’indicazione dei relativi spazi e delle attività da svolgere:

    1. Accademia del Cinema Ragazzi Enziteto - ex edificio scuola media A. Moro a San Pio (ulteriore porzione dell’immobile rispetto a quella già in uso per le attività dell’Accademia) - attività di cura e rigenerazione dell’edificio per candidatura al bando Culturability.
    2. Comitato residenti San Pio - locali in piazzetta Eleonora a San Pio - attività di aggregazione e socializzazione rivolte agli anziani.
    3. Fratres - locali in piazzetta Eleonora a San Pio - attività di sostegno socioeconomico per la lotta alla povertà: raccolta di beni alimentari e di indumenti.
    4. ASD Football Bari - locali presso il pluriuso di Catino - attività di educazione al gioco, educazione motoria e avviamento allo sport.
    5. L’Altra Cicogna onlus - locali presso il pluriuso di Catino - attività di ascolto, informazione e sostegno psicologico alle coppie infertili.
    6. Associazione Bari Leale - locali presso il pluriuso di Catino - attività di aggregazione, partecipazione, attivazione sociale su temi di interesse in collaborazione con i residenti.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!