Bari, omicidio Petroni: ucciso perché molestava la ragazza di un altro

di Redazione Go Bari mercoledì, 20 luglio 2016 ore 12:53

Il preggiudicato ucciso nel 2012

Ucciso perchè molestava la ragazza di un altro e non per lotte tra fazioni criminali. Ecco come riportato dall’Ansa il motivo per cui sarebbe stato freddato  Giuseppe Petroni, pregiudicato che fu freddato il 25 gennaio del 2012 al quartiere San Paolo di Bari. La polizia ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti del presunto mandante, Gaetano Capodiferro, di 33 anni, e dell'esecutore materiale, Nicola Valentini, di 32, entrambi già in carcere per altri reati ed esponenti del clan Telegrafo - Montani.

A chiarire i contorni dell'omicidio sono state le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. Petrone, infatti, aveva iniziato a fare avances alla compagna di Capodiferro, esponente di vertice del clan Montani e che all'epoca si trovava in carcere. Capodiferro prima lo fece avvertire con una aggressione e poi, visto che l'uomo non la smetteva, ne ordinò l'omicidio. Petrone fu ucciso per strada da tre colpi di pistola calibro 7,65 sparati alle spalle da un sicario che sparò nove volte per essere sicuro di uccidere.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Eldim Alana

    Questi diasgi sono veramente all'ordine del giorni. Fortunatamente, ci sono ache compagnie che possono aiutarci a reclamare. Qui potete trovare le...

    Mostra articolo
  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!