Il vice-ambasciatore italiano a Washington visita il Fancy Food

di Beppe Stallone lunedì, 18 giugno 2012 ore 21:46

Intervista a Luca Franchetti Pardo. Ha incontrato una serie di imprenditori italiani presenti  al più grande salone eno-gastronomico degli Stati Uniti

Washington - Il Fancy Food Show di Washington  non è vetrina per politici, ma luogo in cui si fanno affari, si incontrano i businessmen del settore eno-gastronomico di tutto il mondo e si concludono accordi. Le aziende italiane sono soddisfatte finora per il numero di contatti registrati. A conoscere e sondare gli umori degli operatori italiani oggi il vice-ambasciatore italiano a Washington, Luca Franchetti Pardo che abbiamo voluto intervistare proprio dinanzi al padiglione della Regione Puglia.

DOMANDA. Oltre 250 aziende italiane presenti al Summer Fancy Food, è un successo del made in Italy qui a Washington?
RISPOSTA. Assolutamente sì.  Non soltanto il food ma direi che tutta l’Italia sta vivendo un momento di grande splendore negli Stati Uniti. Il che conferma la forza e la vitalità delle nostre imprese,  la capacità di adattarsi ai mercati,  e competere su piazze  concorrenziali come quella degli Stati Uniti. Non a caso siamo primi come esportatori in moltissimi settori  importanti per l’Italia quali il vino, la pasta, i formaggi, dove ci sono ovviamente altri concorrenti.
D. E l’olio di oliva pugliese
R. Certo l’olio di oliva e in particolar modo quello pugliese. In tutti settori, devo dire stiamo facendo dei grossissimi risultati perché  il lavoro degli italiani poi dopo a tavola si vede.
D. Ambasciatore c’è ancora molto da fare sulle Dop, che gli Stati Uniti non riconoscono
R. E sì è un settore sul quale stiamo lavorando molto sia a Bruxelles che sul piano bilaterale e confidiamo che riusciremo a portare a casa qualcosa di importante  per l’Italia e per i produttori italiani.
D. Secondo lei il gusto degli americani sta cambiando e si sta orientando sempre più verso la dieta mediterranea?
R. Assolutamente sì. C’è un apprendimento del gusto italiano, della dieta mediterranea. Abbiamo dei testimonial di eccezione qui negli Stati Uniti. Sapete che la stessa moglie del Presidente Obama è intervenuta sottolineando l’importanza  di quanto sia sana la dieta mediterranea e si nota anche nei tipi di piatti che in genere vengono presentati.
D. Fra l’altro, tenendo presente quanto sia diffusa l’obesità qui negli Stati Uniti, la dieta mediterranea rappresenta un toccasana non solo per il gusto ma per la salute.
R. Certo. E’ proprio questo il punto. Gli americani passano dal mangiare buono al mangiare bene e buono.
 

Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!