Curiosity, la navicella barese ha raccolto sabbia su Marte

di Giovanna Fiore martedì, 9 ottobre 2012 ore 09:48

La sabbia del pianeta rosso consentirà agli scienziati di scoprire se vi sono acque sotterranee impoverite e idrati di biossido di carbonio

percorso curiosity

Ha iniziato il suo viaggio circa 61 giorni fa, ora, il rover della Nasa, Curiosity, si trova sul sito marziano denominato Rocknest, lì dove, azionando la paletta che fa parte degli strumenti del braccio robotico, ha prelevato la prima sabbia sul suolo marziano, la regolite. Questo materiale è composto da un miscuglio di sabbia, frammenti di pietra e roccia che esiste anche sulla Terra e la Luna.

Il prelievo è un test in vista delle future campagne di ricerche del robot nell’area di Glenelg, verso la quale Curiosità si sta dirigendo. Recuperato il campione di sabbia, il rover lo ha depositato su un piattino, ora toccherà agli scienziati analizzarlo per scoprire se sul pianeta vi sono forme di vita presenti e passate, acque sotterranee impoverite e idrati di biossido di carbonio. Il rover finora ha percorso un totale di 484 metri e per raggiungere l’area interessata, Glenelg, dove sceglierà una roccia come primo obiettivo del suo trapano, deve percorrere ancora 176 metri.

Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!