Il Politeama sull'onda Emiliano, ma la cultura non è solo Petruzzelli

di Antonella Ardito martedì, 12 giugno 2012 ore 09:46

Continuano le nostre interviste ai presidenti delle commissioni consiliari: dopo Marco Emiliano e Francesco Meleleo spazio alla cultura con Antonio Mariani

Il presidente della III Commissione consiliare Antonio Mariani

Bari -  La Cultura a Bari è una canzone, secondo molti stonata, con un ritornello unico, il Petruzzelli. E’ la sensazione che si percepisce incontrando Antonio Mariani, presidente della III commissione consiliare Cultura, sport e politiche giovanili: appuntamento mattiniero perchè alle 9.30 al primo piano di via Cairoli è atteso Michele Emiliano, convocato appunto per discutere del finanziamento da concedere alle attività del Petruzzelli. Emiliano, che della Fondazione è stato presidente fino alla caduta del cda e all’arrivo del commissario Carlo Fuortes, non ci sta ad aprire i cordoni della borsa senza sapere l’ammontare preciso dei versamenti in carico agli altri soci istituzionali e al governo centrale, che quest’anno è di 7 milioni, presi dal FUS, il fondo unico per lo spettacolo, ma è previsto in aumento di due milioni. Il problema è che per ottenere questo aumento bisogna aumentare la produzione, che invece è stata ridotta per il 2012. Questo mistero dovrà scioglierlo il commissario Carlo Fuortes, che la commissione cultura si è impegnato a riconvocare a breve.

E il presidente Antonio Mariani dovrà adoperarsi per questo: la sua nomina è avvenuta a marzo dopo le dimissioni di Luigi Fuiano, consigliere del Partito democratico e direttore artistico del Petruzzelli, accusato anche da un video prodotto dal Pdl cittadino di far parte della “Parentopoli” che ha gestito in questi anni il Teatro Rosso. Mariani, eletto nella Lista Emiliano, è un ortopedico traumatologo all’ospedale san Paolo di Bari. Occhi azzurri e prima esperienza in politica, rivendica il lavoro dell’intera commissione cultura, citando tutti i suoi colleghi, da Luigi Fuiano a Filippo Melchiorre passando per Domenico Sciacovelli e Francesco De Carne.

DOMANDA Quanto deve corrispondere il Comune di Bari alle casse della Fondazione Petruzzelli?

RISPOSTA Dovremmo dare 1,5 milioni di euro più un milione di contributo straordinario. Fuortes sta cercando di risanare il bilancio recuperando 6 milioni di euro. Noi vogliamo essere sicuri, dopo tutti gli attacchi ricevuti anche dalla minoranza, di quanto dobbiamo dare. Noi tutti seguiamo con un certo affanno e preoccupazione la situazione del Petruzzelli. Il teatro deve vivere il più possibile, altrimenti sarebbe una sconfitta per la città tutta. Ora aiutiamo Fuortes a gestire il Petruzzelli ma vogliamo essere rispettati: Emiliano si porta la croce di aver dato fondi al teatro, ma senza di lui non sarebbe mai ripresa la sua attività. Non si deve lasciare il Petruzzelli alla deriva. Noi come commissione cultura abbiamo in questi anni organizzato nel foyer il BookShow, dando gratuitamente a disposizione degli scrittori questo spazio. Una cosa semplice e bella, speriamo di poterla rifare.

D. L’accusa che da anni è imputata al suo primo referente politico (Michele Emiliano ndr) è di aver concentrato i fondi dedicati alla cultura sul Petruzzelli. Lei che ne pensa?

R. Abbiamo incontrato in questi anni i referenti delle istituzioni teatrali baresi, anche il sindaco ebbe dei contatti con loro. Abbiamo ascoltato tutti, cercando di capire le esigenze, ma la commissione cultura non ha poteri, esprime pareri, dice la sua, non gestisce soldi.

D. Bari non ha un assessore alla cultura: per la commissione è un problema?

R. Se il numero degli assessori doveva essere quello e non c’era spazio per un assessore alla cultura…

D. Ma se il Sindaco togliesse l’assessorato a Filippo Barattolo (Udc ndr) e nominasse un assessore alla cultura?

R. E’ una questione politica: lo sappiamo tutti quanto il sindaco ci tenga all’alleanza con l’Udc anche se fino a poco tempo fa non c’erano consiglieri dell’Udc in consiglio. Il sindaco in questo secondo mandato è impegnato a costruire il futuro non soltanto suo, perché qualcuno deve pur andare alla Regione. E' naturale però che un assessore alla Cultura forse avrebbe aiutato a coordinare tutta questa difficile situazione.

D. Politiche giovanili e sport sono gli altri due grandi temi di discussione in commissione e oggetto del vostro controllo. Cosa non le piace?

R. Il mio rammarico è che non è possibile aiutare tutte le società sportive con dei contributi che servirebbero a farle sopravvivere. Dobbiamo sistemare la questione delle palestre scolastiche: dobbiamo capire se affidare queste strutture a società sportive e per quanti anni per far funzionare questi luoghi anche oltre l’orario scolastico. Il regolamento arriverà in consiglio.

D. Perché si definisce un novello della politica?

R. Non ho parlato molto in consiglio, sono un tecnico e in tre anni non ho portato una giustifica. Questo significa che i costi della politica sono 0 per il dottor Mariani. Io cerco di essere presente il più possibile, senza togliere spazio al mio lavoro di medico. Io credo nel futuro, penso che un domani ci possa essere spazio anche per quelli come me, senza necessariamente andare nel partito di Grillo. Quando quelli che gestiscono il potere andranno a braccetto con quelli come me il mondo sarà migliore. Non sono un presuntuoso, ma basta con le stesse persone, con le stesse facce: la politica deve cambiare, io sono pronto a dare una mano, ma che lo sappiano tutti, soldi non ce ne sono più.

D. Ma il centrosinistra, finita l’onda Emiliano, secondo lei riuscirà a rimanere forza di maggioranza in Comune?

R. Emiliano per Bari ha lavorato: adesso ha avuto la botta legata ai problemi con i Degennaro. Ma anche lui è un essere umano, ha fatto degli errori di valutazione, ma se lui fosse perfetto sarebbe Dio. Lui è una persona onesta: ha sbagliato e sta pagando duramente. Se lui si rialza completamente io sono pronto a dare il mio aiuto, senza necessariamente passare con Grillo. Quelli incazzati come me e che vogliono solo lavorare non sono obbligati a passare con Grillo. Facciamo le liste civiche, ma non devono essere schiavi dei partiti.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!