"Emiliano basta far danni", parola di Loiacono

di Antonella Ardito gioved́, 21 giugno 2012 ore 09:03

Il capogruppo della Lista Simeone invoca le primarie per la scelta del prossimo candidato sindaco del centrodestra e punta il dito contro l'immobilismo dell'attuale giunta di centrosinistra

Bari - Con Giuseppe Loiacono, capogruppo della Lista Simeone, Go-Bari.it inizia un confronto con i capogruppo in consiglio comunale: problemi irrisolti dall’Amministrazione Emiliano, ipotesi per le prossime amministrative e mille altri temi. Se avete delle domande, dei quesiti da porre ai consiglieri comunali scriveteci nei commenti, sulla nostra pagina Fan su Facebook o alla nostra mail redazione@go-bari.it

DOMANDA Dove si posiziona oggi la Lista Simeone, nata per sostenere la candidatura a sindaco di Simeone Di Cagno Abbrescia alle passate amministrative, anche alla luce del nuovo corso della segreteria cittadina del Pdl?

RISPOSTA La Lista Simeone pur nell’autonomia istituzionale è politicamente legata al Popolo della Libertà, ne è una costola. È come la Lista Emiliano per il Partito Democratico, pur con le ultime differenze esternate. La Lista Simeone aveva un senso nel 2009 quando Di Cagno Abbrescia, candidato sindaco, con una prassi consolidata, creò la lista. Le idee sono conformi a quelle del Pdl: oggi siamo in due, io e il consigliere Romeo Ranieri. Sicuramente Simeone Di Cagno Abbrescia non sarà più candidato, vedremo se il Pdl sarà scisso in liste civiche o se sarà compatto come Pdl.

D. Ma da esperto conoscitore della politica nostrana, come si prefigura lo scenario prossimo venturo?

R. Ci sarà un pullulare di liste civiche a destra e a sinistra, vedremo quale sarà la strategia vincente, quella più efficace. Certo è che bisogna rimanere nell’alveo del centrodestra, così non ci facciamo venire pensieri per la testa.

D. A proposito, lei è stato un esponente storico in consiglio comunale dell’Udc di Pierferdinando Casini, tornerebbe indietro oggi?

R. Quando militavo nell’Udc il partito era una componente essenziale del centrodestra, ma nel 2009 dette segnali politici diversi: ha voluto correre da solo, fare alleanza a seconda del momento e a seconda di chi avrebbe vinto le elezioni. Io non condivido questo tipo di azione politica. Io ho fatto l’assessore con Di Cagno Abbrescia e correre per vincere con lui mi sembrava più giusto. Non ho cambiato io la mia idea politica.

D.Oggi chi vede come possibile candidato sindaco del centrodestra?

R. Ci sono tanti nomi, sia interni che esterni: le valutazioni le faremo a breve, fare dei nomi oggi significa bruciarli.

D. Deciderete tra Rosamarina e Riva dei Tessali il candidato?

R. Mai stato a Rosamarina, io mi fermo a Torre Canne. Io non decido, magari ascolteranno anche il mio pensiero. Il gruppo consigliare dirà la sua ma Raffaele Fitto ha dato un input decisivo, si fanno le primarie. È probabile che ci sarà una posizione interna al gruppo, una esterna. Chi vincerà le primarie sarà il candidato di tutti.

D. Quale deve essere la caratteristica peculiare per il candidato o la candidata a sindaco del centrodestra?

R. Dovrà essere capace di amministrare con le poche risorse disponibili, ma dovrà essere capace di risanare otto anni di amministrazione Emiliano, che di guai non ne ha fatti pochi.

D.  Quali sono stati i guai più grossi dell’attuale sindaco nel primo e nel secondo mandato?

R. Fare guai significa anche non operare, penso alla viabilità del comune di Bari: escluso l’appalto per il ponte dell’Asse Nord-Sud, un atto dovuto, non è stata realizzata una strada. A volte piccoli interventi servono a sbloccare zone particolarmente intasate. Io non voglio essere partigiano riferendomi al mio quartiere di provenienza, Carbonara. Nel 2002 vennero programmati tre interventi stradali: l’allargamento di via Amendola per 4 milioni e 620mila euro, l’ampliamento di strada Caposcardicchio al San Paolo per 3 milioni e 250mila euro e poi la costruzione della tangenziale di Carbonara tra via Quaranta e via Geremia d’Erasmo per 5 milioni di euro. Per via Amendola siamo ancora all’approvazione del progetto preliminare, per Caposcardicchio è stato solo redatto il preliminare mentre la terza opera non ha neppure lo studio di fattibilità ma è stata inserita nel piano delle opere pubbliche per il 2013. Sarebbe stato sufficiente risolvere questi tre interventi per parlare in termini positivi. I danni sono questi, non aver concretizzato i progetti con fondi ministeriali e della Regione Puglia.

D. Nei prossimi giorni ci sarà battaglia in consiglio comunale sul bilancio, vero?

R. Ad oggi non abbiamo ancora ricevuto le carte: ma sulla spesa corrente non andiamo verso la razionalizzazione della spesa. Aver aumentato a dismisura l’Imu e la Tarsu non è un fatto positivo: comprendo la difficoltà dell’amministrazione ma non è stata fatta bene la spending review del comune di Bari. Avremo una Festa dei Popoli in grande stile, fa bene all’integrazione dei migranti ma non avremo le colonie estive per i disabili gravi perché mancano i fondi. Io avrei dato priorità al secondo intervento. E pensiamo invece ad una cosa completamente diversa, la fogna nera: ci sono le periferie baresi che ancora non ce l’hanno mentre al campo Rom di Japigia hanno fatto l’impianto idrico-fognario. Io in tempi di vacche magre avrei dato priorità ai baresi. Questi due esempi rappresentano la mie idea, che non è discriminante rispetto ai migranti, ma la scaletta di priorità deve vedere al primo posto i cittadini baresi.

D. Cosa augura al sindaco Emiliano?

R. Di concludere quanto prima il suo mandato, così la finirà di combinare guai alla nostra città.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!