Schittulli: "Pronto a lasciare subito se approvata città metropolitana"

di Gianvito Rutigliano giovedì, 5 luglio 2012 ore 16:01

Il presidente della Provincia di Bari risponde all'ipotesi di trasformazione dei dieci enti in città metropolitane. E ne ha per tutti, dal Governo ai partiti

DOMANDA. Presidente, la trasformazione delle Provincia in città metropolitana pare imminente, anche se sembra slittata alla "fase tre".

RISPOSTA. Si sta violando la volontà popolare, la democrazia tutelata dalla Costituzione. Noi siamo alla Provincia per un mandato della gente che ci ha votato e dobbiamo rispettarlo fino alla conclusione naturale (2014, ndr).

D. E se dovessero davvero partire dal primo giugno prossimo?

R. In quel caso lascerei immediatamente la Provincia. Non sono disposto a fare il commissario liquidatore dell'Ente. Ripeto, sarebbe una violazione della democrazia. E la situazione sociopolitica verrebbe ancor più destabilizzata. Si tratterebbe di un Ente di nominati e non di eletti come succede oggi.

D. Parla di democrazia violata perché crede nell'utilità delle Province e per interesse personale?

R. Non è così perchè non sono interessato a ricandidarmi, l'ho già detto. Per me questo è stato un incidente di percorso.

D. Ma a qualsiasi ruolo politico? Si parla spesso di lei per il Comune...

R. Alle condizioni politiche con cui ho dovuto amministrare la Provincia non ci starei più. Per gli Enti pubblici ci vuole gente responsabile.

D. Si riferisce ai partiti? Ce l'ha con loro?

R. I partiti... Guardi in Parlamento: o sanno prima cosa farà il Governo e fanno finta di non saperlo o, ancora peggio forse, non sanno e ne prendono atto. Tutte queste forme di rigore stanno indebolendo tutte le fasce, la piccola e media borghesia, senza parlare di quelle più deboli.

D. Sembra molto amareggiato.

R. È che non stiamo lasciando un buon segno alle nuove generazioni. Ditemi il nome di un negozio che non sta chiudendo, di un'impresa che non sta mandando in cassa integrazione i dipendenti. Non sono scelte tecniche, non c'è niente di tecnico in questo Governo. Con queli politici, ad esempio, i ministri della salute erano medici: Veronesi, Sircana, Fazio. Quello attuale, Balduzzi, è un avvocato: come si spiega? 

Dove sono le abolizioni delle aziende partecipate e le riduzioni dei cda? Siamo seri. La gente non ce la fa. Alla luce di questa situazione, abolire le Province o altri Enti diventa davvero secondario.

Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!