Petruzzelli: "Non faccio il capogruppo ma voglio Bari a misura di bambino"

di Antonella Ardito venerd́, 31 agosto 2012 ore 21:19

Tra politica e visione tornano le interviste ai consiglieri comunali

Pietro Petruzzelli

Bari - Con la ripresa delle attività politico-istituzionali tornano anche le interviste ai consiglieri comunali di Go-Bari.it. Oggi è il turno di Pietro  Petruzzelli, eletto in quota Partito democratico e nei fatti reggente del gruppo che esprime quattro assessori e vede il sindaco Michele Emiliano presidente dello stesso partito, in un gioco ormai pericoloso di allontanamenti verso le liste civiche e di riappacificazioni a mezzo stampa con il partito di Bersani. Un panorama di difficile gestione nella maggioranza del Comune di Bari, che prima della pausa estiva ha rischiato di esplodere in maniera incontrollata.

Consigliere Petruzzelli come sta il Pd al Comune di Bari?

Siamo messi bene, è il gruppo di maggioranza relativa: resta però una situazione ridicola, da due anni non c’è un capogruppo. C’è un consigliere anziano, Emanuele Martinelli, supportato dal sottoscritto: ma penso e spero che a settembre nel gruppo consigliare maturi l’esigenza di nominare il capogruppo.

A Michele Emiliano chiedete qualcosa o forse è finito il tempo delle richieste?

L’unica cosa che abbiamo chiesto al sindaco è di portare avanti il programma politico-amministrativo. Il Pd è ampiamente rappresentato e valorizzato in giunta e non solo: ha quattro assessori e esprime il presidente del consiglio comunale.

Ma questo gli altri consiglieri comunali del Pd lo sanno?

Siamo nove consiglieri comunali, la nostra rappresentanza è un dato oggettivo: lo stesso sindaco in qualche modo è espressione del Partito democratico. Le richieste che a me risultano riguardano solo  il programma del centrosinistra e l’azione politico-amministrativa.

Come “semplice” consigliere Pietro Petruzzelli cosa contesta al sindaco Emiliano?

Personalmente non contesto nulla di particolare: bisogna trovare maggiori energie e risorse per rendere più visibile  l’operato dell’amministrazione comunale in quartieri difficili come il Libertà. E’ un quartiere che  non è stato ampiamente valorizzato in questi otto anni quasi di governo del centrosinistra a Bari.

E come giovane uomo eletto soprattutto grazie ai voti del quartiere Libertà, cosa chiede Pietro Petruzzelli al sindaco?

Sono un consigliere comunale che rappresenta tutta la città, al Libertà sono naturalmente legato ma rappresento tutti. E per la città l’amministrazione comunale dovrebbe impegnarsi per rendere Bari un luogo a misura di bambino. Quando questo accade tutti vivono meglio, gli anziani, i diversamente abili. Così si sviluppa il senso di inclusione e di accoglienza.

Per intenderci non si tratta di mettere quattro giostrine…

Assolutamente no. Si tratta di guardare la città dall’altezza degli occhi di un bambino. ci accorgeremmo che è molto diversa. Penso a politiche integrate che attraversino le competenze di diversi assessorati. Progettare una piazza, un vero piano dei tempi della città, barriere architettoniche, delle politiche sulla mobilità e piste ciclabili e una gestione integrata degli asili nido e scuole dell'infanzia deve essere un interesse di tutti. Un esempio: da quando sono papà da tre anni mi accorgo quanto sia difficile percorre la città con un passeggino, perché gli scivoli dei marciapiedi sono continuamente occupati: è interesse di tutti tenerli liberi".

Tornando alle questioni politiche, secondo lei come accoglierà il Pd barese il possibile arrivo a bordo di un camper del sindaco di Firenze Matteo Renzi, pronto a candidarsi alle primarie del centrosinistra per il candidato premier alle prossime elezioni politiche?

Renzi ha degli estimatori a Bari: ormai è finita l’epoca delle adesioni in blocco del partito che sostiene l’uno o l’altro, l’idea delle gerarchie e delle nomenclatura. Nel Pd hanno trovato casa diverse culture e sensibilità, ognuno farà la propria scelta. Renzi non mi sta simpatico: propone dei temi che fanno riflettere e che incalzano il Pd, ma ad oggi io penso di sostenere Bersani, ha una maggiore capacità di essere premier.

E Vendola non può fare il premier?

Ad oggi alle primarie non c’è una candidatura di Vendola: e poi lui non è del mio partito. E’ il presidente della Regione Puglia.

Il voto nazionale porterà forti conseguenze anche negli assetti degli enti locali: cosa succederà al Pd e al sindaco Emiliano più vicino alle liste civiche che non al partito che presiede?

Quando Emiliano si è candidato a sindaco, la sua lista civica è stata determinante per la vittoria del centrosinistra a Bari: la promozione di una lista civica per le regionali, posizionata nel solco del centrosinistra, secondo me fa solo bene alla eventuale candidatura a governatore di Emiliano o di qualunque esso sia, allargherebbe la base dei consensi del centrosinistra.

Come si vede il consigliere Petruzzelli tra sei mesi?

I miei figli  avranno tre anni e mezzo e due anni, spero di avere un po’ più di tempo per la mia compagna. Mi vedo impegnato come lo sono stato fino ad oggi sui temi dell’inclusione e della trasparenza in politica e nell’amministrazione comunale.

Non si vede capogruppo?

Io capogruppo del Partito democratico? (allarga gli occhi ndr) Una volta D’Alema fece una battuta durante un talk show televisivo: io non adoro particolarmente D’Alema ma la battuta fu calzante quando gli chiesero se potesse fare o meno il presidente del Consiglio. Lui rispose dicendo che era figlio di un dio minore. Al di là delle battute io non aspiro a fare il capogruppo: ci sono competenze e professionalità all’interno del Pd che tengono unito tutto il gruppo e che possono svolgere la funzione di capogruppo.

 

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!