Tomasicchio: "Orgoglioso ed entusiasta di Nichi e Michi"

di Antonella Ardito luned́, 8 ottobre 2012 ore 11:30

Le interviste ai consiglieri capogruppo al Comune di Bari. Oggi è il turno dell'Italia dei Valori

Il capogruppo dell'Idv al Comune di Bari Angelo Tomasicchio

Bari - Angelo Tomasicchio, classe 1977 è il capogruppo dell’Italia dei Valori al Comune di Bari, che conta anche il consigliere Federico Pirro. Un passato nella giovanile dei Democratici di Sinistra, un’elezione brillante nel 2009 e un presente da mediatore per gli animi spesso convulsi del centrosinistra al Comune di Bari.

Ci siamo lasciati alle spalle un’estate fatta di maldipancia e malumori all’interno della maggioranza di centrosinistra che sembravano risolti: invece poi ci sono stati tre capitomboli sul numero legale in consiglio comunale. Cos’ha questo centrosinistra?

Il centrosinistra a differenza del centrodestra ha un problema che poi diventa positività, che rappresenta un po’ il sale della democrazia: ha opinioni spesso diverse, passioni che spesso vanno in conflitto e contrasto tra loro  e determinano quindi una situazione di caos organizzativo che causa la caduta del numero legale. Questo è il sintomo di un qualcosa che è vivo, che non è passivo, di persone che non siedono in consiglio comunale per alzare la mano e fare il favore a Tizio o a Caio. Siedono in consiglio comuanle consapevoli della responsabilità delle decisioni che assumono: la caduta del numero leale è dovuta al fatto che durante questa estate il centrosinistra ha sentito l’assenza di una leadership, che da qualche settimana è tornata in auge, è rappresentata dal suo sindaco. Michele Emiliano è l’unica persona in questa città nel centrosinistra in grado di ricompattare e ristabilizzare l’organizzazione interna del centrosinistra.

Ma se il Sindaco vuole candidarsi alla Regione? Non può pensare a mille cose.

Io credo sia legittimo da parte sua avere delle ambizioni dopo dieci anni e dopo otto di governo della città. Mi pare logico che un sindaco che non può più ricandidarsi voglia continuare il suo percorso e dare un contributo alla Regione Puglia.

E il contributo dell’Italia dei Valori quale deve essere?

Non può che essere organico al centrosinistra: è vero molte volte l’IDV manifesta degli elementi di critica e di opposizione al sindaco e al centrosinistra non può che trovare ragione in questa compagine.

Ma in casa IDV Puglia ci sono sempre tormenti, tra epurazioni di segretari e mancato dialogo tra i vari livelli, comunale e regionale. Perché?

Io non ho più notizie del gruppo regionale dell’Italia dei Valori. Io la responsabilità l’attribuisco ai singoli: non credo che Di Pietro abbia sbattuto fuori nessuno, non credo che il segretario regionale, il senatore Caforio e il deputato Zazzera abbiamo spinto qualcuno ad andare via. Credo che siano elaborazioni personali. A me dispiace molto non sentire il mio gruppo alla Regione.

Tornando ai Dipietristi in Comune, la settimana scorsa è stato il consigliere Federico Pirro  durante la seduta sul bilancio con un suo intervento a destabilizzare l’animo del sindaco.

La sospensione è stata richiesta per comprendere per il bene della coalizione se fossimo di fronte di nuovo ad uno spettacolo indegno della politica: ci siamo posti il problema di sapere se il centrosinistra fosse compatto nell’approvazione del riequilibrio bilancio e dei debiti. A volte l’assunzione di responsabilità nel voto di un debito fuori bilancio comporta un disagio psicologico da parte dei consiglieri: se il provvedimento è strutturato in modo sbagliato potrebbe comportare in futuro per i consiglieri un danno patrimoniale. La sospensione di cinque minuti è servita ai capigruppo per capire se eravamo capaci tutti nel sostenere il numero legale. Siamo stati dalle 17.30 fino alle 23.40 seduti in consiglio comunale per l’approvazione del bilancio.

Michele Emiliano chiederà anche l’approvazione del debito fuori bilancio per pagare l’Impregilo e una responsabilità diretta del centrosinistra?

E’ un debito che non abbiamo determinato noi del centrosinistra, sono state scelte sbagliate del centrodestra: siamo condannati a pagare. L’unica cosa che si può fare è transare: il danno economico è una bomba ad orologeria, come il debito fuori bilancio del consorzio Stadium.

Da un momento all’altro può cambiare tutto, Vendola è candidato alle primarie con un ricaduta diretta sugli equilibri del comune. Come lei vive in questo contesto sospeso?

Chi come me ha vissuto il cambiamento del centrosinistra in Puglia e a Bari non può che essere entusiasta: da una parte abbiamo Nichi Vendola che si candida alla guida del paese e dall’altra il sindaco della città, che con molta probabilità sarà il candidato più autorevole da spendere per la Regione Puglia. Questo è un laboratorio politico e di leadership: io sono orgoglioso nel vedere il sindaco pronto a fare il presidente di 4 milioni di abitanti e una persona partecipe nel mio percorso politico come Nichi Vendola che lancia la sfida per la guida del Paese. Non si può non essere entusiasti, anche per il nostro territorio che può beneficiare  come succedeva con i Tatarella in passato di un asse politico-istituzionale Roma-Bari.

C’è una cosa che contesta al sindaco Michele Emiliano?

Michele avrebbe potuto fare di più, imprimere un’accelerazione alla riqualificazione del lungomare, da nord a sud. Avrebbe potuto dare un maggiore contributo di autorevolezza e di forza per risolvere le questioni sospese della città. Questo per far capire ai cittadini quanto tutti noi, accusati di stare qui a riscaldare la poltrona, amiamo per davvero la città.

Consigliere Tomasicchio, dove si vede tra tre anni?

Probabilmente non in politica.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   
  1. Piscitelli Gabriele 9 ottobre 2012, ore 10:54

    Per forza e un posto che produce guadaqui facili e non solo per Lui, in quanto si mettono alla prova viene da chiedersi cosa fanno, dopo il nulla!!!

Mostra tutti i commenti

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!