Un popolo in rivolta a poche settimane dalla "Festa dei Popoli"

di Margherita De Quarto sabato, 14 maggio 2011 ore 05:51
I migranti del C.A.R.A. bloccano i binari. Le dichiarazioni dell’Assessore Fabio Losito

Bari - Treni bloccati, uomini in protesta, tensione alle stelle: a pochi giorni dalla Festa dei Popoli a Bari scoppia il malcontento dei migranti rinchiusi nel Cara. Capiamo meglio il perché con l'assessore comunale all'Accoglienza Fabio Losito.

Cosa è successo  al C.A.R.A. di Bari?
A seguito di un diniego da parte della Commissione Prefettizia, 14 migranti hanno innescato un meccanismo di protesta che si è spinto fino ai binari della stazione e che ha coinvolto qualche centinaio di migranti. Questi condividono, ovviamente, una condizione di totale  insicurezza rispetto a quello che sarà il loro destino.
In soldoni hanno voluto dare un segnale rispetto a quella che è la precarietà della loro condizione, in attesa di un verdetto che dopo anche un anno e mezzo può essere negativo. Quindi immagini che difficoltà ci possa essere nel vivere questa condizione!

In che modo è stato possibile riportare la situazione all’ordine?
C’è stata una mediazione tesa a renderli consapevoli del fatto che un meccanismo di denuncia, che poteva scattare in quel momento, avrebbe poi compromesso la possibilità di avere un ricorso. Adesso, invece, avanzeranno tutti un ricorso. Continueranno a rimanere nel limbo dell’insicurezza. In ogni caso, in questo momento potranno continuare a rimanere lì dove erano. Sono tornati in qualche modo al punto di partenza, ma ritengo che l’atto simbolico che hanno messo in campo questa mattina sia un sintomo di un disagio crescente che si sta determinando con questa politica di concentramento di queste donne e di questi uomini in luoghi anche ampi e accoglienti come il C.A.R.A., ma che creano meccanismi di tensione.

è ancora convinto che Bari non sia razzista?
Sono convinto che Bari sia una città accogliente!

Io le ho chiesto se è razzista, non se è accogliente.
Mah...è inutile nascondere che viviamo in un Paese che è profondamente intriso di una cultura razzista. Ma non parlo solo dell’Italia, parlo di una tendenza che si determina su scala Europea e nel complesso nella cultura occidentale.

Parlando di antirazzismo, quali sono le sue dichiarazioni riguardo l’assenza della “Rete Antirazzista” alla “Festa dei Popoli”?
La “Rete Antirazzista” in realtà partecipa alla “Festa dei Popoli” perché è una sintesi delle varie anime e delle varie comunità, ed è una rete informale che non ha una propria definizione dal punto di vista giuridico e che quindi non ha neanche un rappresentante delegato. Ci sarà in maniera informale, in quanto gli uomini e le donne che l’hanno sempre animata saranno presenti, auspicabilmente tutti, a questa festa.

Lei mi parla di comunità. Ma questo vuol dire che i singoli, quelli che magari non hanno permesso di soggiorno, o che semplicemente risiedono al Ferrhotel e che non hanno qualcuno che li rappresenti, non parteciperanno?
Non esiste alcuna distinzione per noi relativamente alla condizione di essere una persona che si muove sul nostro territorio. Parteciperanno tutti! Me lo auguro! Coloro che risiedono al Ferrhotel mi auguro che siano presenti. Il Ferrhotel ha da tempo relazioni con tutte le istituzioni del territorio e quindi penso che non mancheranno neanche in quest’occasione...e comunque hanno aderito ufficialmente come comunità somala alla Festa dei Popoli

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Eldim Alana

    Questi diasgi sono veramente all'ordine del giorni. Fortunatamente, ci sono ache compagnie che possono aiutarci a reclamare. Qui potete trovare le...

    Mostra articolo
  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!