Domenico De Bartolomeo: 'Senza concertazione, PUG poco efficiente'

di Giuseppe Milano martedì, 13 settembre 2011 ore 11:07
Al Congresso Nazionale degli Ingegneri, Go-Bari ha intervistato il Presidente dell'Ance di Bari e della Bat sul Documento Programmatico Preliminare e sulle prospettive date dalla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente.

L'ing. Domenico De Bartolomeo

Bari - Ing. De Bartolomeo nella sua relazione ha voluto evidenziare  l'importanza della cooperazione con gli altri enti pubblici e parapubblici. In particolare, la Città di Bari si sta avvicinando all'approvazione del Documento Programmatico Preliminare. Qual'è stato, concretamente, il vostro contributo?

Noi abbiamo redatto un documento che abbiamo consegnato al  Comune di Bari, col quale abbiamo esaminato il Dpp che il comune si accinge a portare in Consiglio Comunale per la sua approvazione. Questo documento è stato sottoscritto, unitariamente, dall'Ordine degli Ingegneri, da quello degli Architetti, dall'Ance di Bari e della Bat. La nostra analisi è stata sia sulle scelte, sulle strategie sul futuro della città, sia proprio da un punto di vista tecnico, mettendo in discussione alcune di quelle cose che noi diciamo da tempo, ossia che questo Dpp non deve interrompere l'attività edilizia, non crei nessuna salvaguardia, e sia uno strumento di programmazione, opportunamente concertato con noi e con gli ordini professionali, al fine di avere un PUG (Piano Urbanistico Generale) condiviso ed efficiente.

Una delle critiche che spesso viene fatta all'ordine che lei rappresenta, è quella di puntare maggiormente sulla speculazione e sulla nuova edificazione piuttosto che sul recupero dell'esistente. A quanto pare, invece, lei sta remando nella direzione opposta. Non pensa che l'idea del consumo del suolo debba essere combattuta, anche per ragioni economiche, in modo più convinto?

Sostanzialmente non abbiamo abbandonato, assolutamente, l'espansione, ma questa deve essere equilibrata perché l'utente deve avere la possibilità di scegliere se andare o meno in un'area di espansione e  se avere un' abitazione con ampi spazi. Contrariamente, però, a quelli che erano i retaggi del passato, tanto che parlo di evoluzione culturale, noi stiamo puntando sulla “nuova edilizia”, con la riqualificazione di interi quartieri e con la sostituzione edilizia di involucri degradati perché pensiamo, con questo genere di interventi, di poter avere una svolta per tutto il settore. Quindi possiamo contemplare una parte di espansione e una parte, considerevole, di riqualificazione edilizia. Sulla perequazione riteniamo che possa essere una strada, ma occorrono approfondimenti puntuali e rigorosi per capire dove vanno a finire queste volumetrie.

Un'altra delle critiche che all'occorrenza viene sollevata alla  sua categoria è quella di non far abbastanza per avere un sistema totalmente caratterizzato dalla legalità. Come se ci fossero imprenditori di “Serie A” che si battono contro il pizzo e il fenomeno delle estorsioni nei cantieri ed imprenditori di “Serie B” che, per quieto vivere, preferiscono voltarsi dall'altra parte. Anche per far fronte alla crisi economica, ed aggirarla in modo virtuoso, non pensa che investire nella legalità possa convenire?

Sia Confindustria  sia l'Ance hanno nuovi e stringenti documenti per meglio fronteggiare l'attualità. Vi faccio un esempio, citando il protocollo di Confindustria: se un'azienda dovesse avere problemi giudiziari, addirittura, il Presidente della Circoscrizione Territoriale potrebbe essere autorizzato ad espellerla dall'organizzazione. A testimonianza che su questi temi c'è un grande rigore, ma non vorrei rischiare di trovarmi in una situazione in cui si passi da un eccesso all'altro. A livello locale, invece, è stato sottoscritto un protocollo per il Pirp di Japigia con il Comune di Bari e con i sindacati proprio per cercare di migliorare la qualità del lavoro e ridurre la piaga degli infortuni sui luoghi di lavoro; dare legalità alle imprese subappaltatrici evitando l'infiltrazione di personale non qualificato ed assicurato. E ci accingiamo, infine, ad affrontare il tema della legalità nei cantieri, per arginare il problemi della malavita e della delinquenza.


Go-Bari.it ringrazia il Presidente De Bartolomeo per la disponibilità concessa.

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Eldim Alana

    Questi diasgi sono veramente all'ordine del giorni. Fortunatamente, ci sono ache compagnie che possono aiutarci a reclamare. Qui potete trovare le...

    Mostra articolo
  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!