Cassa integrazione Multimedia, lavoratori ancora senza decreto e soldi

di Gianvito Rutigliano sabato, 17 settembre 2011 ore 08:45
I callcenteristi del gruppo Phonemedia sono in cassa integrazione da un anno e mezzo. Da aprile non ricevono l'indennità

L'ingresso degli stabilimenti di Bitritto

Bitritto - Un grande gruppo aziendale, tante sedi dislocate nel Paese, i soliti giochi industriali e la struttura finisce gambe all'aria. E sotto il lavoro al call center, già di per sè opprimente, si rischia di rimanere schiacciati, con poche speranze e soprattutto pochi soldi su cui contare. Inesistenti, nel caso di Multimedia Planet Srl, società del gruppo Phonemedia, i cui lavoratori sono in cassa integrazione da giugno 2010, ma non vedono un quattrino dell'indennità da aprile scorso. La storia dei callcenterisi di Bitritto l'abbiamo raccontata a più riprese (qui l'ultimo articolo di Go-Bari), ma il finale è ancora lo stesso: c'è l'accordo di prolungamento della CIG in deroga fino alla fine dell'anno, però manca il decreto dei Ministeri del welfare e dell'economia, condizione senza cui la cassa non può essere pagata.

La situazione oggi -
«Abbiamo istruito la pratica e più volte sollecitato lo sblocco - ci dice Francesco Dimundo, avvocato milanese e commissario giudiziale a cui il tribunale ha affidato i destini dei lavoratori - ma ancora non abbiamo notizie sul decreto, anche se confidiamo ancora in settembre per le firme di Sacconi e Tremonti». In un'analoga situazione, in Piemonte, dopo un'interrogazione parlamentare del deputato Bobba (Pd), è stato concesso un anticipo dall'Inps. Il pagamento vero e proprio, informa il portale specializzato "L'isola dei cassaintegrati" (l'ironia a volte è l'unica via d'uscita, ndr), fino a luglio non si è però visto. I 300 dipendenti della RafPhonemedia di Trino (VC) usufruiranno fino a dicembre di quest'agevolazione, come già successo ai 414 della sede di Bitritto nel corso del primo anno di CIG. «Da parte nostra abbiamo inoltrato telematicamente la richiesta di anticipo all'Inps prima dell'estate - continua Dimundo - anche se non possiamo che ringraziare l'istituto, visto che ha aiutato i lavoratori fino a luglio a compilare i modelli SR41 (la certificazione per il pagamento diretto ai lavoratori dell'integrazione salariale da redigere mensilmente, di fatto la loro busta paga ndr), normalmente di competenza del datore di lavoro. Oggi se ne occupa un consulente del lavoro che ci sta aiutando molto».

«Difficoltà ambientali» - Come prevedibile, la disperazione gioca brutti scherzi. E la rabbia di lavoratrici e lavoratori di tutta Italia si riversa sulla rete (il profilo Operatori Phonemedia su Facebook è diventato un contenitore di lamentele, speranze e disperazione) e non solo. Le tante foto di mamme con bambini, giovani, meno giovani, donne e uomini sono il simbolo di una popolazione al collasso, portata allo stremo da motivi seri come il lavoro e il sostentamento delle proprie famiglie. È più facile comprendere, allora, come l'ira si riversi su tutti, dai sindacati che li «hanno presi in giro», all'Inps, ai vecchi datori e alla Regione (pure definita «molto collaborativa» dal commissario Dimundo), fino a uno scontro tutti contro tutti: la più classica della "guerra tra poveri". In queste condizioni i rapporti tra ex colleghi con le parti in causa o con gli istituti di collegamento tra azienda ed enti pubblici stanno tendendo a consumarsi. La lotta disperata del lavoratore rimasto senza il proprio posto deve ritrovare spirito collaborativo. La poltica, dal canto suo, deve dare le risposte richieste.

Attibuzione - Non commerciale

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Eldim Alana

    Questi diasgi sono veramente all'ordine del giorni. Fortunatamente, ci sono ache compagnie che possono aiutarci a reclamare. Qui potete trovare le...

    Mostra articolo
  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!