Waterpolo Bari, Perugia travolta 16-5

di Redazione Go Bari domenica, 8 maggio 2016 ore 06:37

La corazzata biancorossa riprende la sua marcia

Testacoda senza storia. La capolista Waterpolo Bari batte con un largo 16 a 5 il fanalino di coda Libertas Perugia, nella 15esima giornata della serie B di pallanuoto, e prosegue, a tre turni dal termine, la sua corsa verso i play off promozione, complice anche la sconfitta di Latina a Pescara, che ristabilisce il più cinque sulla seconda. Tutto come da pronostico e auspici dell'allenatore, Antonello Risola, che alla vigilia dell'incontro aveva chiesto ai suoi ragazzi di attaccare e fare risultato fin dallo sprint iniziale. Era il modo migliore per reagire alla sconfitta, prima e unica finora delle calottine biancorosse, di sabato scorso, proprio a Latina. Capitan Di Pasquale e compagni fanno subito loro l'incontro, con un parziale di 5 a 1 nel primo tempo. Vantaggio che è andato allargandosi via via che i minuti passavano allo Stadio del Nuoto, reduce dalla straordinaria serata di martedì scorso, che ha visto il Setterosa battere l'Olanda e qualificarsi per la fase finale della World League. In gol, quest'oggi, per la quattordicesima vittoria su quindici partite, anche Danilo De Astis, 50 anni compiuti, prossimo ai 51, giocatore tra i più anziani della pallanuoto nazionale, icona del gruppo, un esempio per tutti. “Abbiamo fatto la partita che avevo chiesto – racconta Risola – di carattere, partendo subito forte. L'ultimo tempo lo abbiamo giocato con giovani, per dare minuti a elementi importanti che stanno crescendo col gruppo, come Martirdonna, Conte, Scamarcio, Di Cosola, Chieco e Palmisano. Rappresentano presente e futuro della Waterpolo. E poi – prosegue Risola – abbiamo tutti gioito per la rete di De Astis. È il pilastro del gruppo, si allena sempre, è sempre presente ed è un esempio per tutti i ragazzi”. Domani la Waterpolo torna in vasca, perché ad attenderli sabato c'è il big match casalingo contro Pescara, a questo punto determinante per la corsa al primo posto. “Siamo concentrati sul nostro percorso – sottolinea ancora Risola – convinti della forza del nostro gruppo. Partita dopo partita, cercheremo di vincerle tutte”.

Primo tempo. La Waterpolo si getta in acqua con grinta e voglia di far sua la partita. E il risultato di tanta energia, lo si vede con la forza con la quale i ragazzi di Risola si avventano già sulla prima palla e sbloccano il risultato. Perugia può poco, contro la voglia dei primi in classifica, che tra il minuto e mezzo di gioco e i 25 secondi finali della frazione, vanno a segno cinque volte, tre con Provenzale (sua la prima rete) e una a testa di Santamato e Padolecchia. A Perugia rimane il tempo di andare in gol sul suono della sirena.


Secondo tempo. La partita ha preso chiaramente la piega giusta per Di Pasquale e compagni ed entrambe le squadre ne risentono. La Waterpolo non molla però la presa, perché vuole chiudere al più presto la questione. E con Padolecchia, al primo assalto, Provenzale, e ancora il numero sette, nei minuti finali, crea un divario incolmabile con gli avversari. Si va al cambio campo sull'8 a 1 Waterpolo Bari.

Terzo tempo. I ragazzi di Risola non hanno alcuna intenzione di rilassarsi. L'allenatore biancorosso inizia a far ruotare il 13 a disposizione, dando spazio a chi ha giocato meno, ma conserva la stessa voglia dei compagni di fare bene. Il risultato è un altro parziale di 5 a 1, grazie alle reti dei soliti Padolecchia e Santamato, del capitano Di Pasquale, del giovane Palmisano e, soprattutto, del sempre giovane Danilo De Astis, che a 2' e 34” mette a segno l'11 a 1 Waterpolo. Perugia accorcia le distanze subito dopo, ma al suono della sirena, il tabellone dello Stadio del Nuoto segna 13 a 2 per la squadra di casa, grazie ad altre due reti biancorosse.

Quarto tempo. Risola dà spazio ai giovani, per regalar loro minuti ed esperienza. Ma solo dopo il secondo gol di giornata di Di Pasquale e le reti di Scamarcio e Conte, sul 16 a 2, i suoi alzano piede, e braccia, dall'acceleratore. Perugia va a segno tre volte nel finale, rendendo meno amara la sua trasferta. Onore alla squadra umbra. La Waterpolo, da domani, si tuffa nella sfida, a questo punto decisiva, di sabato prossimo, contro Pescara, sempre allo Stadio del Nuoto.

 

 

Waterpolo Bari – Libertas RN Perugia 16 - 5 (5-1, 3-0, 5-1, 3-3)

ore 15  Stadio del Nuoto di Bari

Arbitro: Anaclerio

Waterpolo Bari: Tramacera, Conte (1), Carnevale, Scamarcio (1), Provenzale (4), Chieco, Padolecchia (4), Santamato (2), Di Pasquale (2), Palmisano (1), De Astis (1), Di Cosola, Martiradonna.
Allenatore: Antonello Risola

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!