Karate, Europei di Cipro 2016: Martina campione d'Europa

di Redazione Go Bari giovedì, 11 febbraio 2016 ore 14:01

Tre gli atleti pugliesi presenti nella nazionale U21

Limassol – Si sono conclusi alla grande per la nazionale italiana U21 i Campionati Europei giovanili di karate, che si sono svolti a Limassol (Cipro). L'Italia ha infatti chiuso questa avventura con 4 ori, 3 argenti e 8 bronzi, posizionandosi al 4° posto nel medagliere.
Tre i ragazzi pugliesi in gara: Michele Martina, Samuel Stea e Silvia Semeraro.


L'ambito oro è finalmente giunto per Martina nel kumite 75kg, che ha vinto ben cinque incontri mettendo a segno 12 punti senza subirne nessuno e vincendo la finale contro il danese per  1-0 a sei secondi dalla fine.“È stata un'emozione unica e mai provata – mi racconta il giovane neocampione europeo - Ancora devo realizzare appieno”. Un oro, questo, giunto dopo tanto sudore e tanti tentativi. Dopo il bronzo di due anni fa, a Lisbona negli juniores e l'esperienza negativa del 2015, a Zurigo, dove uscì al primo turno. “Un poco sono maturato in questo anno – osserva lui - anche grazie alle gare fatte, prima tra tutte quella di Parigi e anche grazie ai numerosi raduni. Il supporto e l'aiuto non mi è mai mancato. Mio padre è venuto con me a Limassol, a vedermi e a fare il tifo per me, è stato presente in questo importante momento della mia vita. Al ritorno è stato tutto un giorno di festa. In aeroporto mi hanno accolto i miei familiari e il mio maestro, a casa i miei amici. È stato tutto meraviglioso, un'esperienza impossibile da dimenticare”.


Terzo gradino del podio invece per Samuel Stea nel kata, conquistato dopo la splendida finale per il bronzo vinta 5 a 0 contro il tedesco Berner Laurenz. Il ragazzo, alla sua prima esperienza negli U21, ha svolto un'eccellente gara, giungendo fino alla finale di pool vincendo tutti gli incontri e perdendo contro lo spagnolo solo a un passo dalla finale.
“Sinceramente speravo di arrivare in finale – spiega Samuel – Lo spagnolo l'avevo già incontrato e l'avevo già battuto. Avrei potuto farcela, ma purtroppo è andata così”. Ma tornare a casa con un bronzo agli europei non è certo cosa da poco. “Vorrei ringraziare – continua - il direttore tecnico e i maestri della nazionale, che mi hanno selezionato e dato l'opportunità di confrontarmi con gli atleti più forti in Europa e anche di far parte di un gruppo fantastico. Nonostante all'inizio non ci conoscessimo, il tifo si sentiva e l'esperienza ci ha unito molto.”


Nulla di fatto, invece, per Silvia Semeraro, campionessa europea 2015, che ha perso al secondo incontro per 4-1 contro la bulgara. “Odio perdere più di quanto amo vincere – si sfoga la 19enne, dando dimostrazione di maturità - ma l'unico vero fallimento consiste nel permettere alla sconfitta di avere la meglio su di noi. È per questo motivo che ho analizzato gli errori commessi ed è da qui che ripartirò più forte e più motivata di prima, adesso più che mai. Testa bassa, determinazione e duro lavoro per raggiungere nuovi obiettivi”

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo
  • serra antonio

    salve, vorrei sapere se nel comune di taviano nella marina di mancaversa in provincia si lecce si paga la tassa di soggiorno. grazie

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!