Capolavoro Waterpolo Bari, espugnata Pescara

di Redazione Go Bari domenica, 6 marzo 2016 ore 11:17

Gran prova della rappresentativa barese

Un'impresa da grande squadra, che rilancia oltremodo le ambizioni del gruppo e dell'ambiente. La Waterpolo Bari espugna la piscina delle Naiadi di Pescara nella settima giornata e si conferma capolista solitaria e a punteggio pieno del Girone 3 della serie B di pallanuoto. Vittoria per 7 a 6, contro Pescara N PN, storico sodalizio abruzzese, attrezzato per il ritorno in A. I ragazzi allenati da Antonello Risola hanno disputato una delle loro migliore partite dall'inizio del campionato, affrontando con la giusta cattiveria e concentrazione un avversario fortissimo, sulla carta favorito, per la vittoria del torneo, assieme a Latina. Dopo un primo tempo contratto, con i padroni di casa a dettare ritmi, azioni e risultato, le calottine biancorosse hanno saputo entrare in partita, sbloccarsi col primo gol di giornata di Enrico Provenzale e dare vita a una galoppata che fino a 3' e 23” dalla sirena finale, li ha visti comandare gioco e tabellino, col vantaggio anche di tre reti.
La squadra ha saputo soffrire negli ultimi minuti e tenere a distanza avversari, con tanta birra in corpo, ancora intenti a nuotare a ritmi forsennati e convinti di poter raggiungere il pareggio. “Siamo stati bravi a reagire nel secondo e terzo tempo – racconta Risola a fine gara – e, nonostante il loro ritorno nell'ultima frazione, abbiamo saputo gestire bene la situazione.
Dopo il primo tempo un po' sottotono, grazie al primo gol abbiamo iniziato a crederci, ci siamo ripresi e abbiamo giocato benissimo il secondo e il terzo tempo. Loro sono tornati alla grande nel quarto e noi abbiamo avuto troppe espulsioni, ma alla fine siamo stati bravi a spuntarla”. Risola si dice contento dei suoi ragazzi e di una vittoria che consolida e rafforza un gruppo che cresce di partita in partita. “La vittoria è loro – aggiunge – io li aiuto solo cercando di farli lavorare al meglio in settimana, dando le indicazioni migliori per affrontare gli avversari. Ma è il gruppo che fa la differenza. L'unico rammarico è quello di non aver sfruttato al meglio le superiorità numeriche. Non è la prima volta che accade. Ma questo – conclude Risola – lo analizzeremo da lunedì. Ora siamo solo felici”. L'allenatore e tutto il tredici della Waterpolo ringrazia i ragazzi e le famiglie della squadra under 15, anche loro vittoriosi alle Naiadi contro i loro coetanei, che hanno fatto un tifo infernale per  i biancorossi, spingendoli alla vittoria. Sabato prossimo, allo Stadio del Nuoto, altra sfida di vertice, contro la CC Lazio Waterpolo, capolista fino a oggi del girone assieme a Bari, ma scivolata dietro dopo la sconfitta casalinga per 8 a 12 contro Latina.

 

 


Cronaca

Primo tempo. La Waterpolo risente del viaggio e dell'impatto con l'impianto pescarese. Gli uomini allenati dal greco Yiannis Giannouris, ex c.t. della nazionale ellenica, fanno capire che vogliono l'intera posta in palio, per tornare a recitare un ruolo da protagonisti nel torneo. Ne esce una frazione piuttosto sofferta per i ragazzi di Risola, che non riescono a sfruttare le poche espulsioni guadagnate e subiscono il gol avversario a 2' e 35” dal termine, con Giordano. I biancorossi tentano una reazione, si susseguono capovolgimenti di fronte e tanto nuoto, ma al suono della sirena, Pescara è avanti.

Secondo tempo. Il copione sembra il medesimo dei primi minuti. Di Pasquale e compagni continuano a soffrire in acqua la dinamicità degli abruzzesi, che a 5' e 35” raddoppiano con Sarnicola. La Waterpolo, però, trova la forza di reagire e, dopo un paio di occasioni sprecate, accorcia le distanze con Enrico Provenzale, bravo a realizzare un rigore decretato dall'arbitro Nicolai. A quel punto la partita prende un altro verso ed è quello della superiorità della Waterpolo, che difende alla perfezione sul centroboa abruzzese e riesce, a 27” dalla sirena, a pareggiare con Roberto Santamato.

Terzo tempo. La Waterpolo si scatena. Le acque delle Naiadi si fanno particolarmente agitate e i ragazzi di Risola ne emergono più forti. A 5' e 44”, è ancora Provenzale a firmare il sorpasso. Pescara reagisce e riesce a portarsi sul 3 a 3 dopo due minuti circa, ancora con Sarnicola. Ma l'inerzia della partita è cambiata e nell'ultimo minuto e mezzo della frazione, la Waterpolo mette a segno un micidiale uno due con Paolo Chieco, chiudendo il tempo sul più due.

Quarto tempo. Pescara prova a reagire ma la Waterpolo Bari difende con sicurezza e va in controfuga con abilità, fino al più tre, a 5' 0 5”, realizzato ancora da Chieco. Segue un botta e risposta, con la reazione di nuoto e di nervi dei padroni di casa, che ottengono superiorità numeriche a ripetizione, ma non riescono ad andare oltre il meno due, con la doppietta di D'Aloisio e la rete di Provenzano. Per i biancorossi è ancora Provenzale a tenere a distanza gli avversari di rigore. La sequenza fa 6 a 4, 7 a 4, 7 a 5, Waterpolo a 3' e 23” dalla sirena. Dopo meno di un minuto Giordano porta i suoi a un solo gol di distanza, ma la Waterpolo, incitata dai ragazzi dell'under 15 e dalle loro famiglie, trova la forza di resistere e portare a casa un risultato storico e importantissimo.

Pescara Nuoto e Pallanuoto 6 - Waterpolo Bari 7 (1-0, 1-2, 1-3, 3-2)

Pescara Sabato 5 marzo ore 17

Arbitro: Nicolai

Waterpolo Bari: Tramacera, Conte, De Risi, Scamarcio, Provenzale (3), Chieco (3), Padolecchia, Santamato (1), Di Pasquale, Di Cosola, Carnevale, Palmisano, Martiradonna. Allenatore: Antonello Risola

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo
  • PeterurgesEF Peterurges

    Предлагаем свои услуги...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!