Il Circolo della Vela di Bari si conferma virtuoso e vincente

di Marco Beltrami venerdì, 7 giugno 2013 ore 08:00

Tanti i risultati positivi per gli atleti del capoluogo pugliese

Bari - Il Circolo della Vela di Bari continua a rivelarsi un punto di riferimento sportivo importante per la città. Gli ultimi risultati confermano l'ottimo lavoro di quella che può considerarsi una delle migliori scuole vela d'Italia. 
 
Iniziamo dal risultato di Simone Ferrarese. Giovane talento della vela e portacolori nel mondo dei colori del Circolo della Vela di Bari, ha conquistato il titolo di vicecampione europeo di match race a San Pietroburgo (Russia) in occasione del campionato europeo di match race organizzato dal Petersburg Yacht Club con la Federazione Russa di Vela e l'Isaf. Nello scorso fine settimana, inoltre, il Circolo della Vela ha inviato anche i suoi nuovi giovani atleti a ben tre manifestazioni, ottenendo ottimi risultati su tutti i campi.
 
- RADUNO NAZIONALE 420 
Due equipaggi, uno maschile con Antonio Mocci e David Manzari, e uno femminile con Laura Longo e Laura Ambrosi hanno partecipato al secondo raduno nazionale della classe 420 si è svolto a Bracciano presso il Centro Velico 3V. 
"Nella due giorni il clima è stato alquanto variabile tanto che il sabato, il poco vento e le piogge ripetute, hanno costretto i ragazzi a poco allenamento in acqua e molto lavoro fisico e teorico a terra. La domenica, a causa di bonaccia, lavoro a terra e un'ora di allenamento in acqua la mattina. Il pomeriggio finalmente il vento ha iniziato a soffiare con intensità tra i 12 e i 13 nodi e ha permesso ai ragazzi di allenarsi intensamente per quattro ore in acqua. Un momento importante della due giorni per gli atleti del Circolo che hanno potuto confrontarsi con alcuni dei migliori equipaggi della classe 420 (Matteo Pilati - Michele Cecchin, ad oggi al primo posto nella ranking list italiana; Clara Addari - Arianna Perini, vincitrici della prima nazionale a Napoli lo scorso marzo; Matteo Pincherle - Ludovico Basharzad) sempre sotto l'attento sguardo del tecnico federale Gigi Piciau, coadiuvato dai tecnici Carolina Rendano, Alessandro Franzi e Edoardo Mancinelli.
E oggi i ragazzi partono per Andora, insieme al loro istruttore, Giordano Bracciolini, in vista dell'ultima regata nazionale di classe della stagione.
 
- REGATA ZONALE LASER
La regata zonale laser di San Cataldo ha visto ben due posti su tre occupati dagli atleti del Circolo della Vela. Due le prove disputate. I partecipanti hanno regatato solo nella giornata di sabato con vento di scirocco con raffiche fino a 25 nodi. La domenica il maestrale troppo forte e le condizioni meteo proibitive hanno invece impedito agli equipaggi di scendere in acqua.
Ma le due prove del primo giorno sono bastate a Davide Cuppone e a Carlo Siciliani di conquistare, rispettivamente, il primo e il terzo posto nella classifica finale di classe Laser Radial. 
La prossima regata è in programma a Pietrabianca in Toscana il 14-15-16 giugno per il circuito nazionale Laser di Italia Cup. Insieme a Cuppone e a SIciliani ci sarà anche Davide Serafino, tutti sotto la guida dell'istruttrice Valeria Di Cagno.
 
- OPTIMIST 
Per chiudere passiamo agli Optimist. Ad Arco, sul lago di Garda, c'è stata la seconda selezione nazionale per i Campionati europei e mondiali. A questa selezione si è arrivati passando prima da una selezione interzonale a cui hanno preso parte  450 atleti di tutta Italia. Di questi, solo 160 sono passati alla prima selezione e la metà sono approdati alla seconda e ultima selezione.
I giovani atleti del CV Bari Gigi Contemi e Chiara Scarangella, seguiti dall'istruttore Beppe Palumbo, dopo gli ottimi risultati di inizio stagione, e dopo ever passato le prime due fasi delle selezioni, hanno ceduto il passo nell'ultima selezione dove hanno sofferto le particolari condizioni meteo incontrate. Preparati per il classico vento teso e direzione stabile del Garda, infatti, Gigi e Chiara, hanno trovato invece poco vento e di direzione molto instabile a causa di una perturbazione di passaggio. Condizioni che hanno reso particolarmente difficile la scelta del bordeggio nella bolina, tanto che Contemi ha chiuso al 56 posto, nonostante un terzo posto in una prova. La prossima volta andrà meglio. 
 
Ma il Circolo non è solo gare e risultati. Molto importante e fondamentale per i nuovi vertici del sodalizio sportivo barese è anche l'impatto sociale. Ecco il perché delle tante iniziative di solidarietà. Chiusa la regata solidale realizzata in occasione della Race for the Cure, infatti, il Circolo ha scelto di sostenere il progetto dell'associazione «VelaKi well being sailing» per la seconda edizione di «Una regata per vincere il disagio» che mette insieme i centri di salute mentale di Bari, Mola di Bari, Putignano e Monopoli per una riabilitazione dei pazienti che passi anche attraverso il contatto con la natura, il mare e lo sport. Dopo la prima esperienza della Est 105 lo scorso anno, infatti, quest'anno l'associazione ha deciso di partecipare con i suoi ragazzi, che si sono allenati e preparati per otto mesi consecutivi, alla 29esima regata internazionale Brindisi - Corfù. Lo farà con l'imbarcazione messa a disposizione da Fabrizio Cillo, ideatore e promotore del progetto, con issato il guidone del Circolo della Vela di Bari. Un simbolo che servirà non solo come segnale di presenza del Circolo su quella barca, ma che è soprattutto monito della vicinanza e dell'interesse con cui il sodalizio barese ha intenzione di sostenere «VelaKi» anche nel futuro e nelle altre iniziative che verranno realizzate dopo la trasferta oltre Adriatico.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

Inserisci un commento


Bari social




Commenti recenti

  • Eldim Alana

    Questi diasgi sono veramente all'ordine del giorni. Fortunatamente, ci sono ache compagnie che possono aiutarci a reclamare. Qui potete trovare le...

    Mostra articolo
  • Collini Lola

    Un patrimonio inestimabile!! Ormai da anni seguo una dieta una dieta mediterranea, da quando me la consigliò il mio dottore. Adesso ogni volta che...

    Mostra articolo
  • 85 babi

    Molto utili le informazioni di quest'articolo...purtroppo questi diasgi sono all'ordine del giorni per chi viaggia spesso e non. Neanche io ero a...

    Mostra articolo



Login

Se non sei iscritto, registrati subito!